Galles in primo piano : a Hay-on-Wye il paradiso dei libri usati

Hay-on-Wye, nel cuore del Galles, è il regno della lettura, visitato da centinaia di migliaia di appassionati di testi introvabili ed edizioni fuori catalogo. E’ un delizioso borgo medievale situato a poca distanza dal parco nazionale di Brecon- Beacons, che ospita una quarantina di librerie con scaffali stracolmi di volumi, e un festival letterario, patrocinato da The Guardian, che ogni anno coinvolge scrittori, editori, studiosi, professori, attori e appassionati di letteratura da tutto il mondo.
L’Hay festival , in programma dal 21 al 31 maggio, è giunto alla sua 23esima edizione riscuotendo sempre un grandissimo successo: tra gli ospiti britannici e internazionali di quest’anno sono attesi Stephen Fry, il 23 maggio; l’australiana Germaine Greer, Kazuo Ishiguro e l’autrice di libri per ragazzi Jacqueline Wilson, il 24 maggio; Michael Morpurgo e Peter Snow, il 29 maggio. Tanti sono gli incontri con gli autori, le conferenze, i laboratori e le letture, che coinvolgono la cittadina e i dintorni, in particolare lungo la Brecon Road
La libreria più curiosa è quella che si trova nella fortezza del XIII secolo, gestita dalla fondazione Hay Castle Trust, che ospita migliaia di volumi, anche con scaffali all’aperto. Tra le tante altre librerie, meritano una visita: Stella & Rose’s Books, specializzata in volumi rari e libri illustrati per bambini; Hay Cinema Bookshop con gli scaffali all’aperto; Francis Edwards, libreria di volumi rari in attività dal 1885; Murder and Mayhem che ospita libri gialli e noir; C. Arden Bookseller, specializzato in libri di natura e botanica e The Poetry Bookshop, con volumi di poesie in tutte le lingue.
La più prestigiosa è Richard Booth’s Bookshop, su tre piani con divanetti, caffetteria, cinema e un centro yoga. Oltre alle librerie, Hay-on-Wye regala passeggiate tra negozi di artigianato, antiquariato e pub ricchi d’atmosfera in edifici in stile georgiano, nonché pedalate in bicicletta tra i boschi e le suggestive brughiere della Wye Valley o del parco nazionale di Brecon-Beacons, visitabile anche a bordo di un trenino a vapore. Ricche d’atmosfera sono le rovine della chiesa agostiniana di Llanthony Abbey, risalente al XII secolo, le cascate e le gole che nascondono grotte e siti minerari, tra cui il Blaenavon, patrimonio mondiale dell’Unesco, e il Fforest Fawr, il primo geoparco d’Europa.

da Ansa.it “In viaggio”: Per maggiori informazioni: http://www.visitbritain.com/it

4 pensieri su “Galles in primo piano : a Hay-on-Wye il paradiso dei libri usati”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...