La maternità è un ostacolo per il successo delle donne? Polemica in U.K.

In Inghilterra il magazine di sinistra “The New Statesman” scatena la polemica pubblicando una copertina dove quattro donne potenti vegliano su un’urna elettorale che dovrebbe sostituire un bimbo in una culla. In copertina ci sono la cancelliera tedesca Angela Merkel, 61 anni, Nicola Sturgeon, 45 anni, primo ministro della Scozia e leader del Partito nazionale scozzese, Liz Kendall, 44 anni, e il ministro dell’Intern inglese, Theresa May, 58 anni. Secondo i dati del “The New Statesman” nel Parlamento Britannico il 45% delle deputate non ha figli, contro il 28% dei colleghi maschi.
L’articolo ha suscitato polemiche e reazioni. Tra queste quella della stessa Sturgeon, che su Twitter scrive: -Caspita, sembra che ci siamo svegliati nel 1965 stamattina-
Ansa ha indetto un sondaggio, voi che ne pensate?

19 pensieri su “La maternità è un ostacolo per il successo delle donne? Polemica in U.K.”

  1. molte delle mie laureate sono madri felici (e io nonnino putativo…)…e si son sapute organizzare bene…la carriera va avanti a grandi passi…quindi trattasi, salvo casi eccezionali, di scelta personale

    Piace a 1 persona

    1. non la penso com ete gian, ci sono sempre nonni e tate in questi casi…e io penso invece che un figlio abbia bisogno almeno della presenza costante di uno dei genitori…non vedo grandi carriere là dove ti devi assentare all’improvviso perché tuo figlio ha la rosolia, tanto per dire…botte piena e moglie ubriaca non si verifica, per una volta prendo per buono un proverbio…ciauuu

      "Mi piace"

      1. io ti porto esperienze documentate e documentabili…serve organizzazione, ovvio…,ma ti assicuro che questi bambini, di cui mi sento una soecie di nonno, la presenza di mamma ce l’hanno eccome…poi ognuno rimane della propria idea,..sai che rispetto sempre le idee altrui

        Piace a 1 persona

      2. anche io, ma se una donna lavora, come minimo 8 ore al giorno, a volte anche la notte, perché lo vuole , ovvio, quanto tempo credi possa dedicare al figlio? le tre settimane di ferie annue? non so, spiegami questo…non è questione di organizzazione ma di delegare, l’ubiquità non è stata ancora inventata, mentre per l’uomo è tutt’altro discorso…più evidente e chiaro di così…qui non è questione di opinioni…

        "Mi piace"

  2. Personalmente penso che sia molto meglio fare la mamma che il politico! E anche di far carriera: avere un figlio, crescerlo, insegnargli a camminare, parlare, andare a cavallo, leggere….è molto più gratificante di qualsiasi altro lavoro. Ed è il più bello! Io non lascerei mai i miei figli ad estranei per fare carriera al lavoro! Altrimenti l’avrei fatto da un po’.Fortunatamente riesco a lavorare e a crescerli, con la collaborazione di mio marito e dei nonni. Poi ognuno fa le sue scelte. Ma crescere figli è già la più bella e grande delle carriere!

    "Mi piace"

  3. ma!!!!… gli ostacoli sono per chi li vuole avere(parlando di ostacoli) ….. l’essere umano sa ambientarsi a tutte le situazioni…. una volta lavoravano in maggioranza gli uomini, poi (giustamente)con l’emancipazione la donna è riuscita a conquistare e realizzare le sue aspirazioni ,
    il mondo cambia si riafferma il ruolo dei nonni laddove i genitori lavorano entrambi ..
    se pensassimo di non fare figli perché la donna lavora ,il mondo cambierebbe equilibri grandissimi..
    nei paesi industrializzati non ci sarebbero nascite e quindi dramma
    nei paesi sottosviluppati al contrario aumenterebbero le nascite
    (questo solo per capire l’estremo)
    ……… Detto questo io credo che una famiglia che sa adattarsi riesce ad avere figli anche se in carriera
    tutto sommato sono persone che economicamente stanno bene … e possono permetterselo…
    il discorso cambia per una donna che vive di impegni , li deve pensare alle proprie priorità e responsabilità con il partner …
    a me piacciono i bimbi anche se sempre di sacrifici si tratta .. io sono il quarto ,
    ed io ho 4 figli …
    il mi babbo era artigiano ed ha lavorato una vita per i figli …
    la vita è sempre una scelta ed è soggettiva….

    Piace a 1 persona

    1. ecco, bravo la vita è una scelta: personalmente ritengo che un figlio abbia bisogno di tutta l’attenzione almeno di una madre, tate, nonni e tv sono succursali, SBAGLIATE. Quindi se scegli di voler emergere, di arrivare a risultati tangibili , parlando di sapere e di conoscenza…la scelta è obbligata, a meno di non farla ricadere sui figli. Io penso che fare un figlio sia un atto estremamente serio , dai la vita ad un essere che non te l’ha chiesto. Quindi…

      Piace a 1 persona

      1. e aggiungo che per una donna un figlio è un impegno molto più “grande” che per un uomo…non per niente nelle cause di separazione, salvo impedimenti vari, i figli vengono affidati alla madre

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...