Marlene Dietrich – Lili Marleen song and text

LILI MARLEEN (traduzione di Monia Verardi)

Davanti alla caserma
davanti al portone
si trovava un lampione
che è rimasto lì tutt’oggi
se ci volessimo rivedere
potremmo ritrovarci vicino al lampione
come una volta Lili Marleen
come una volta Lili Marleen

Le nostre ombre si fondevano
sembravano essere una sola
avevamo così tanto amore dentro di noi
che si vedeva subito anche da fuori
e tutti lo potevano vedere
quando stavamo vicino al lampione
come una volta Lili Marleen
come una volta Lili Marleen

Ma ecco che chiamò la guardia
“suonano la ritirata
questo ti può costare tre giorni”
“Camerata, vengo subito”
così ci dicemmo arrivederci
ma come avrei voluto invece venire con te!
come una volta Lili Marleen
come una volta Lili Marleen

Lei conosceva bene i tuoi passi
e la tua andatura delicata
tutte le sere ardeva d’amore
ma nonostante ciò si stava dimenticando di me
procurandomi un gran dolore
chi ci sarà ora vicino al lampione
con te Lili Marleen? chi ci sarà?

Da luoghi silenziosi
dal profondo della terra
si alza come in un sogno la tua bocca
quando le tarde nebbie svaniranno
io sarò di nuovo vicino al lampione
come una volta Lili Marleen
come una volta Lili Marleen

Il testo originale, decisamente antibellico, è tratto da una poesia scritta da un soldato tedesco, Hans Leip, intitolata “Das Lied eines jungen Soldaten auf der Wacht” ovvero “La canzone di un giovane soldato di sentinella”, poco prima di recarsi al fronte nei Carpazi nel 1915; la poesia faceva parte di un volume intitolato “Die Harfenorgel” (L’arpa). Il nome “Lili Marleen” proviene da quello della ragazza del soldato(figlia di un ortolano) combinato con quello di una giovane infermiera, Marleen, che sembra invece essere stata la fidanzata di un commilitone.Nel tempo è stato tradotto- e adattato- in tutte le lingue.

4 pensieri su “Marlene Dietrich – Lili Marleen song and text”

  1. nonostante il tedesco sia una lingua dura , questa canzone suona dolcemente… questa è la vita dei soldati un’attimo di tenerezza in una cruenta vita … non so ma a me fra lei ed anche aznavur ( che non ci incastrano niente fra di loro) sento la cantilena del cabaret .. forse un’impressione mia …

    "Mi piace"

  2. secondo me è una delle canzoni più struggenti della storia della musica…certo il tedesco, parlo per me ovviamente, non aiuta…eppure suona, incredibilmente, quasi dolce..

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...