35 pensieri su “Europe is Kaputt. Long live Europe! Royal Festival Hall with Slavoj Zizek & Julian Assange”

      1. E ora? Solo provare a capire quello che succede senza diventare pecore è già tanto.
        Di Zizek ho tre libri, è un folle. Esuberante e serio allo stesso tempo. A volte un po’ troppo stalinista, specialmente quando critica la rottura di Tito con Stalin.
        Per il resto lo stimo, parla di attualità quasi sempre, è importante!

        Piace a 1 persona

    1. Fortunatamente non si fossilizza solo su Stalin 😀
      Ammira anche altri. Ma rimane un grande, uno che ha il coraggio di dire quello che si dovrebbe dire. E’ un comunista! 😀

      Piace a 1 persona

  1. Dai commenti non capisco se siamo banali oppure dei geni.
    Il tempo, quello finito, gira solo in un verso, va avanti,
    Ora, se consideriamo il suo percorso circolare come lo intendeva Nietzsche, prima o poi ritorneremo in quello stesso punto del passato, ma se invece il tempo lo condideriamo una linea retta come la intendeva fra l’altro, Heiddeger o Schopenhauer, avremo sempre un tempo diverso da quello passato, quindi, se cosi fosse, dovremmo guardare a cio’ che sara’ e non a quello che e’ stato.
    I tempi cambiano, non ritorneremo mai piu nel passato per rivivere il COMUNISMO, quindi occorrono nuove idee di sinistra che siamo al passo coi tempi che stiamo vivendo, il comunismo e’ storia passata.
    Certo, mi rendo contl che i totem come i tabu’ sono difficili da demolire,
    Buon poneriggio a tutti voi rivoluzionari 😉

    "Mi piace"

    1. tu non mi hai davvero capito nico…io son proprio quella che sostiene l’evoluzione dei tempi, l’impossibilità di tornare indietro- e meno male- perché il tempo incalza e vanno trovate nuove soluzioni. Ora io chiedo a Yaris, che stimo molto come economista…quale sarà, secondo lui, il nostro futuro. Quindi , per favore, non mi tirare a mano filosofi e copagnia, leggimi….bacione V.

      Piace a 2 people

      1. Allora, Viki e Ade, evidentemente non so leggere o prevarico il vostro pensiero.
        Dunque, ditemi per quale motivo citate cosi spesso MARX, LENIN, COMUNISMO, TOTALITARISMO, allora potrei dire, perchè non citare anche Tommaso Moro, Tommaso Campanella, Marat, Rousseau, Bonnot e via dicendo, anche questi sono tutti nomi che hanno contribuito alla nascita del pensiero comunista, certamente diverso da quello a cui voi fate riferimento, ma tenendo conto dei tempi, molto ma molto simile ad esso.
        Allora mi chiedo, perchè soffermarsi tanto sul COMUNISMO, quel comunismo inteso come movimento ideologico ma anche come organizzazione dello stato, forse perchè in un momento di forte crisi economica, sociale, valoriale e politica, pensiamo di risolvere tutto prendendo in prestito le ideee di 300 anni fa oppure gli esempi di qualche stato organizzato con tale sistema ?
        Ehi! sveglia, questo non è possibile farlo in un mondo dove con un click del mouse si potrebbero spostare milioni di dollari in un conto di un paese estero, dove Internet ha raggiunto il 60% delle famiglie, dove esiste un controllo individuale senza paragoni (bancomat, codice fiscale, account vari in internet, FB), insomma, non è possibile perchè siamo controllati e vigliati costantemente dal sistema di potere.

        Quindi cosa facciamo, ci mettiamo a fare i rivoluzionari con il fucile in mano e pistola in pugno? ( lo chiedo a te Ade, giovane cucciolo di uomo), cosa facciamo? come lo vogliamo combattere questo Potere che ci ha schiavizzati tutti senza che ce ne accorgesimo? come lo combattiamo, con le arti marziali?
        Lo combattiamo con la Cultura, perchè le masse vanno acculturate se vogliamo che si ribellino pacificamente e in modo definitivo, la violenza di una rivoluzione, se mai fosse possibile farla, verrebbe contrastata con altra violenza da parte del potere, non a caso è stata creata la nuova forza di polizia sovra-nazionale (Eurogendfor), creata per reprimere con il sangue ogni forma di sommossa, dando cosi un severo monito a coloro che vorrebbero ribellarsi, un metodo molto simile a quello del regime comunista che tanto decantate, in effeti il Potere (Troika) ha iniziato ad emulare il comunismo, ma soltanto nel reprimere chi nonfosse d’accorso con le idee del regime.

        Lottai nelle piazze ( non erano quelle di oggi, credimi Ade) dove tra molotov, gas lacrimogeni, proiettili di gomma ma anche veri ( la mia amica Georgiana Masi nè fu testimone), provammo a cambiare il sistema senza riuscirci, sapete perchè ? perchè all’epoca, avemmo sopravvalutato il seguito che si pensava avessero le idee “rivoluzionarie” , fra tutti, i compagni comunisti che sedevano in parlamento, che tu Ade decanti tanto , loro furono i più convinti detrattori della lotta armata proletaria (BR, NCC, PRIMA LINEA, NAP) , compresi i sindacati di sinistra. Allora perché fallì quella rivoluzione agita negli anni 70?
        Perchè è sempre il tempo che agisce una variabile di cui non conosciamo la soluzione, infatti dagli inizi degli anni 70, sino alla fine dello stesso decennio, ci furono cambiamenti importanti, sul lato sociale, politico, economico e culturale.
        Termino dicendo che i tempi cambiano e si trasformano continuamente, quello che abbiamo pensato ieri, domani non sarà più valido, occorre adeguarsi continuamente al cambiamento sociale e politico di una comunità, solo cosi si potrà cambiare lo stato delle cose.
        Ah! dimenticavo di dire la cosa più importante, occorre spargere Cultura nella “massa” rappresentata da capre, altrimenti sarà tutto inutile.
        Nessuna polemica con nessuno, solo un mio pensiero derivato dall’esperienza.
        Un bacio a voi…

        Piace a 2 people

      2. guarda che siamo distini io e ade…ti pare che io la pensi come lui? se sì, NON mi leggi, scusami nico ma è così,parli di adeguarsi ai cambiamenti e io che cosa dico? e in quanto alla cultura e alla massa di capre…ti risulta che personalmente mi metta sul pulpito? no, guarda non ti capisco proprio…lasciamo perdere

        Piace a 2 people

      3. Gli errori umani non devono influenzare la teoria alla base, che ci azzecca Marx col totalitarismo? Marx ed Engels erano libertari ma vabè…
        Io credo che adeguarsi, svendersi e magari corrompersi non sia la soluzione. Meglio una persona intransigente come me che prova a vedere uno spiraglio di luce in mezzo al buio, rispetto alla gente comune che vede tutto nero e con la scusa di non voler cambiare si adatta al meno peggio (l’Italia va a rotoli per sta mentalità anche).
        I miei nonni, i miei zii, i miei genitori hanno lottato nelle stesse tue piazze (uno addirittura è andato nei Paesi socialisti ed ha portato documenti scritti e storie belle da raccontare), ma nessuno di queste persone o tutti i vecchi compagni con cui ho avuto il privilegio di parlare e di provare solo ad immaginare le passioni e le giuste cause di quei tempi, si sentono sconfitti e grigi come te. Se ti sei arreso amore mio, sono fatti tuoi. Non rompere le scatole verso chi prova a non essere una pecora come quasi tutti gli altri.

        A presto Nico, grazie del confronto!

        "Mi piace"

      4. Ce ne sarebbero tanti da citare certo; come Fourier, Babeuf e magari Meslier. Tutta gente che ha avuto ragione e può essere portata ad oggi, anche solo per la curiosità di sentire certi punti di vista alternativi.
        Oggi l’individuo prevale sulla massa, se introduci coscienza forse si può fare qualcosa. Ma questo è un Capitalismo che permette pure al sotto-proletario di turno di rubare e diventare un principe corrotto del potere. Ecco perchè a volte mi viene l’idea del fucile, c’è troppo marcio. Gli Stati vengono magnati dalla burocrazia e dalla finanza…

        "Mi piace"

      5. Le BR erano tutto tranne che comunisti, ti prego!
        Forse i primissimi brigatisti (quelli che sparavano ai fascisti come la Volante Rossa dopo la guerra) ma poi sono arrivati altri…
        Tu pensi che Aldo Moro lo abbia ucciso il comunismo? 😀
        I detrattori dei veri movimenti di sinistra non sono stati i politici, ma il nuovo individualismo che si creava dagli anni ’80 in poi. Un tizio di nome Giorgio Amendola (figlio del grande Amendola morto durante il Fascismo) aveva ipotizzato il tramonto dell’operaio-massa a favore del Neo-Liberismo. E’ stata la base che ha portato il caos odierno secondo me.

        Piace a 1 persona

      6. PS: qua nessuno è capra credo. E nemmeno dove andrò a lavorare (da martedì prossimo) avrò a che fare con capre, ma gente incazzata che non ha un soldo e manco un briciolo di meritocrazia.

        Piace a 1 persona

    2. Non si tratta di ancorarsi al passato, nessuno lo fa. Il video tratta di come si è ridotta l’Europa odierna. Il punto sta nel provare a contestualizzare quella gente considerata scomoda che poteva benissimo aver ragione nei recenti 70-80 anni fa. Per quanto riguarda il Comunismo, non essendo mai stato raggiunto pienamente, è un’idea tutta da sperimentare. Anche se non ci sono più le classi lavoratrici di una volta, ma può essere un dettaglio che si può rimediare. Gli sfruttati mi pare che oggi siano aumentati…ti farei parlare con tanti amici che non arrivano a fine mese e che provano lo stesso a combattere. Hanno più coraggio di te.

      Piace a 1 persona

      1. Ma credo che si potrebbe realizzare anche qualcosa che superi pure certi modelli positivi del ‘900, l’importante è non mettere in tavola la minestra riscaldata. Uno come il Che non puoi imitarlo.
        Il punto è che se manca la coscienza, fai poco. L’individuo prevale sulla massa…

        "Mi piace"

      2. mavedi che torniamo al mio pensiero? uno com eil Che …dovrebbe rinascere e se ciò accadesse…cambierebbe le cose. di perdiballe politici ne abbiamo avuti abbastanza, tranne due eccezioni odierne..magari opposte, ovviamente non italiche, e me le tengo strette

        "Mi piace"

      3. Capisco a chi ti riferisci, si ma le persone sono uniche. Anche uno come Lenin o Tito cambierebbero le cose in meglio, ma è impossibile rifare quelle politiche, forse qualcosa di simile ma mai uguale. I Soviet furono una vera esaltazione della Democrazia (dato che si fanno esempi), ma oggi chi è in grado di provare a ricreare quelle atmosfere?
        Ma almeno abbiamo gente come Zizek che spiega qualcosa di giusto…

        Piace a 1 persona

      4. sì, spiega, istruisce…ma nulla è “ricopiabile” i tempi cambiano ebisogna adattarsi al loro evolversi. chi si ancora a un pensiero come a un paracarro resta lì…appunto come un paracarro..bisogna adattarlo alla realtà dei tempi…farsi camaleonte per diventare leone…non è mia, è di qualcuno che non ricordo ! 🙂

        "Mi piace"

      5. Marx è attualissimo, fattelo dire da chi lo legge e lo analizza.
        Nel Capitale per esempio, si denuncia la finanza. Oggi domina la finanza e la finanza ha distrutto la politica e l’economia a favore di un pensiero lineare senza sfumature. Ecco perchè non ci sono opposizioni. Qua nessuno fa il paracarro, si spiega solo come stanno realmente le cose. E’ proprio Zizek che cita Marx in molti suoi interventi. In un suo libro “dalla tragedia alla farsa” lo fa intendere bene secondo me!

        Piace a 1 persona

      6. è questo che non capisci ..che non puoi applicare il pensiero di marx ai nostri tempi…se vuoi ottenere risultati lo devi reinterpretare… se permetti consco chi lo legge e lo analizza da molto più tempo di te….ma so che questo discorso è aramaico…per cui…buon pomeriggio, lo capirai da solo!

        Piace a 2 people

      7. E come lo levi lo sfruttamento?
        Come alternativa più semplice, c’è l’economia mista di Keynes, ma non è detto che risolva questo fattore…
        Poi sai, il vero cambiamento ha sempre fatto paura alle persone, ma rimango delle mie idee. Non credo di essere nel torto, sono punti di vista opinabili certamente, ma attuali.

        "Mi piace"

      8. è quello che vorrei sapere da Yaris visto che di economia globale è un grande esperto, essex, cambridge, professore di teoria economica all’università di Atene, addirittura l’università di torino gli ha conferito una cattedra onoraria in diritto economico comparato e finanza per il suo straordinario contributo teorico alla comprensione della crisi economica globale….chi meglio di lui? 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...