EMERGENCY: DALLA PRIGIONIA IN LIBIA ALLA LIBERTÀ

sbarchi_pozzallo2016

V. ha 51 anni, sei figli e viene dalla Nigeria. È scappata da casa sua, dove ha sempre vissuto fin da piccola, persfuggire alla guerra e cercare fortuna in Europa. Il viaggio in mare con cui ha raggiunto la Sicilia è stato infernale.Tra le 550 persone sbarcate, non tutti ce l’hanno fatta: cinque donne sono morte durante il viaggio.Quando è arrivata al nostro Polibus al porto di Augusta, si reggeva a stento in piedi e lamentava dolori lancinanti allegambe. Eppure, quando ci siamo scusati per l’attesa – prima di lei stavamo visitando alcuni bambini piccoli – ci ha risposto semplicemente: «Capisco, grazie, aspetto…».

Entrata in ambulatorio è scoppiata in lacrime. Ci ha raccontato di essere stata sei mesi in Libia, detenuta illegalmente da uomini che abusavano di lei quotidianamente, fino a provocarle lesioni. Qualche settimana fa, pagando, è riuscita a scappare e adesso, più di tutto, ha il terrore di aver contratto l’Aids.L’abbiamo visitata e il nostro medico le ha prescritto gli accertamenti necessari. La accompagneremo a farli, se ne avrà bisogno.

Giulia, infermiera di Emergency in Sicilia.
Potete immaginare gli orrori vissuti da questa poveretta? Provateci, eccola la guerra e V è una donna come me, un essere umano come noi.Ormai sapete che sostengo Gino Strada da anni: QUI per eventuali aiuti alla Unità sbarchi in Sicilia.

emergency

7 pensieri su “EMERGENCY: DALLA PRIGIONIA IN LIBIA ALLA LIBERTÀ”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...