Atlantide

Itaca
Da Liberaeva-Paul Kelley : Canone di Bellezza

Al confine estremo del mare là dove Atlantide splende sotto le onde, sono venuta a salvarmi la vita.
Qui il sale riempie le crepe delle ossa,i polmoni diventano ampi respiri,le onde sono coltelli: scintillano e tagliano netto, la nebbia spumosa dapprima cancella il mio corpo poi lo guarisce,il mare prende i frammenti della mia vita li macina e li porta fino a te.
Le onde sono intorno a noi e dentro, cantano, e la mia pelle scotta contro la tua che mi è carezza.
I percorsi delle mani sono simultanei. Scivoliamo l’uno sull’altra,l’uno dentro l’altra.
Ci lasciamo attirare,avvicinare e allontanare e di nuovo avvicinare finché le nostre sensazioni si fondono in una sola, languorosa: quando, come, dove…
Poi ci baciamo,fondi, senza respirare.

Dedicata

10 pensieri su “Atlantide”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...