Ginger alle otto

ribloggato da “La nostra commedia” di Jalesh.Mi trovate anche lì

VIKI

coppia bar

Erano seduti vicini a un tavolino del chioschetto che vendeva panini e bibite, proprio di fronte al mare. Gli unici clienti visto che il sole di febbraio era freddo e diafano, come filtrato. Lui, un braccio sulle spalle di lei, sorseggiava il cappuccino lentamente insilenzio, pensando a come era fortunato: aveva vicino la più bella ragazza del mondo chegli aveva appena detto “ti amo”.
-Andiamo in Grecia in vacanza insieme a luglio? Che dici?-
Lei , depositando sul tavolino la tazzina del caffè rispose:-Anche, vedremo c’è tempo e…-
In quel mentre la suoneria del suo smart interruppe quel vagare di sogni. Era un messaggioda Ginger che lessero tutti e due:” alle otto”,
-Chi è Ginger?- chiese lui incuriosito- e perché le otto?-
-Una collega americana, arriva alle 8 domattina, vado prenderla all’aereoporto-
Uno spiffero di maestrale fece rabbrividire l’uomo, come un sentore di morte improvvisa,l’angoscia del sospetto.
-Hai detto che…

View original post 155 altre parole

12 pensieri su “Ginger alle otto”

  1. Assolutamente meraviglioso! Con questa storia hai incarnato un sentimento… Mi ha scosso davvero… La bellezza della tragedia, finché siamo protetti dalla distanza del testo e del teatro… Ma in fondo al cuore sento anche la tristezza dell’apparente impossibilità della storia perfetta… Ma ci sarà

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...