MIA MARTINI- minuetto- 1973

Uno dei capolavori artistici che non dovrebbero mai finire nel dimenticatoio…sia per il testo di  Franco Califano, che qui dimostra una sensibiltà unica che per la voce indimenticabile di una grande artista come Mia.  Ahh nel video , bello, compare anche Jhonny Depp dei tempi d’oro 🙂

Testo Minuetto – Franco Califano

E’ un’incognita ogni sera mia…
Un’attesa, pari a un’agonia. Troppe volte vorrei dirti: no!
E poi ti vedo e tanta forza non ce l’ho!
Il mio cuore si ribella a te, ma il mio corpo no!
Le mani tue, strumenti su di me,
che dirigi da maestro esperto quale sei…

E vieni a casa mia, quando vuoi, nelle notti più che mai,
dormi qui, te ne vai, sono sempre fatti tuoi.
Tanto sai che quassù male che ti vada avrai
tutta me, se ti andrà per una notte…
… E cresce sempre più la solitudine,
nei grandi vuoti che mi lasci tu!

Rinnegare una passione no,
ma non posso dirti sempre sì e sentirmi piccola così
tutte le volte che mi trovo qui di fronte a te.
Troppo cara la felicità per la mia ingenuità.
Continuo ad aspettarti nelle sere per elemosinare amore…

Sono sempre tua, quando vuoi, nelle notti più che mai,
dormi qui, te ne vai, sono sempre fatti tuoi.
Tanto sai che quassù male che ti vada avrai
tutta me, se ti andrà, per una notte… sono tua…
… la notte a casa mia, sono tua, sono mille volte tua…

E la vita sta passando su noi, di orizzonti non ne vedo mai!
Ne approfitta il tempo e ruba come hai fatto tu,
il resto di una gioventù che ormai non ho più…
E continuo sulla stessa via, sempre ubriaca di malinconia,
ora ammetto che la colpa forse è solo mia,
avrei dovuto perderti, invece ti ho cercato.

Minuetto suona per noi, la mia mente non si ferma mai.
Io non so l’amore vero che sorriso ha…
Pensieri vanno e vengono, la vita è così…

.

24 pensieri su “MIA MARTINI- minuetto- 1973”

    1. lo era è che da giovane era anche un cocainome e molto altro, si è fatto una brutta fama: pensa che una mia zia racconta sempre quando, 45 anni fa , era una ragazzina, andava a sentirlo cantare alla piscina dei castelli a sestri Levante, lui ne avrà avuto una trentina, non so, pare fosse molto bello e bravo ma completamente fatto, di alcol o altro…che personaggio

      Piace a 1 persona

  1. Tra “maledetti”ci si intende…A parte gli scherzi: straordinaria Mia, il Califano non l’ho mai digerito,invece. Dall’aria troppo nazionalpopolare. Mentre la Mia, purtroppo, è finita proprio nel mirino di una tempesta perfetta, stretta tra senso comune e pregiudizio. Ma lei era una donna. E non è facile essere donna, quando si è presi di mira……
    Besos de fuego…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...