Il braccio della morte e le lettere d’amore

true-story-2015-film

“True story” di MIchel Finkel è un bel film nel quale, in buona sostanza, ci si rende conto di come la vita di un uomo possa facilmente finire fuori controllo fino a commettere i crimini più orribili.
I protagonisti sono un giornalista e un fascinoso, non solo fisicamente,pluriomicida probabile sterminatore dell’intera famiglia che ripercorrendo con il primo la sua storia forse mente o forse dice la verità: non si saprà mai, viene comunque condannato a morte.
Durante la detenzione riceve numerose lettere di donne che si dichiarano innamorate di lui e perfino tre proposte di matrimonio.Il caso di Longo,l’assassino presunto, non è certo isolato.
Ora io mi chiedo: quale pulsione spinge queste donne verso i responsabili di tante efferatezze? Esiste dunque davvero il fascino del male? Si dice che ogni donna ha dentro di sé un ” io ti salverò”…può essere questa la molla che spinge a tali , per me, incomprensibili femminili comportamenti?
Che cosa ne pensate?

8 pensieri su “Il braccio della morte e le lettere d’amore”

  1. Sinceramente non ho mai capito questo genere di donne. Ti ricordi Pietro Maso quante lettere riceveva? Assassini,macellai,stupratori:gente deviata che dovrebbe solo suscitate ribrezzo e disgusto. Invece…..valle a capire! Io ci ho rinunciato da te

    Piace a 2 people

  2. Non sono solo donne. Ricordo anche di Erika, quella che fece strame di madre e fratello. Anche lei ricevette numerosi attestati di stime e richieste. Il problema credo che sia da ricercare nella parte oscura che ognuno si porta dentro. In quella pulsione suicida e omicida che contraddistingue l’essere umano, a maggior ragione se civilizzato e acculturato…..
    Bacio…

    Piace a 1 persona

    1. -Il problema credo che sia da ricercare nella parte oscura che ognuno si porta dentro. In quella pulsione suicida e omicida che contraddistingue l’essere umano, a maggior ragione se civilizzato e acculturato-
      Ne sono assolutamente convinta, sì è così. buongiono silviat, B&B

      Piace a 1 persona

  3. io penso che … preferisco non pensarci …
    tutti coloro che innalzano ad idolo una persona che ha compiuto nefandezze, a mio modesto e fallace parere, sono simili potenzialmente a loro e, come loro, non mi piacciono;
    quelli che si son fatti i selfie con Schettino non son normali, no no …
    🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...