Dieci piccoli indiani

indiani

Questa filastrocca vuole essere un omaggio ad Agatha Christie e al suo capolavoro scritto nel 1943 “Dieci piccoli indiani”che ancora oggi rappresenta l’opera teatrale più rappresentata insieme a “Trappola per topi”, altro geniale romanzo della scrittrice inglese.

Dieci piccoli indiani tutti vestiti a festa
andarono a divertirsi al pub di Manolesta
uno per troppa birra fu accoltellato
restarono in nove, così volle il fato.

Nove piccoli indiani vogliosi d’avventure
s’inoltrarono nel bosco delle loro paure,
uno cadde nel pozzo per prendere la luna
restarono in otto, vedi che sfortuna.

Otto piccoli indiani vollero andare al mare
entrarono nell’acqua ma non sapean nuotare
uno preso da un’onda s’affogò
restarono in sette, guarda un po’.

Sette piccoli indiani andarono per donne
nel villaggio vicino s’attaccarono alle gonne
delle figlie di Martin, preciso tiratore
ne uccise uno, vittima del cuore.

Sei piccoli indiani andarono a pregare
per l’anima immortale del loro compare
uno dal dolore s’addormentò per sempre
restarono in cinque, tienilo a mente.

Cinque piccoli indiani lo zoo vollero visitare
e a tutti gli animali dare da mangiare
una tigre ne uccise uno con un ruggito
restarono in quattro, se hai ben capito.

Quattro piccoli indiani accesero un bel fuoco
per riscaldar il corpo e rincuorarsi un poco
ma uno troppo si sporse e s’incendiò
restarono in tre , ecco come andò.

Tre piccoli indiani trovarono un alveare
guarda del buon miele tutto da mangiare
ma uscirono le api e uno ne morì
restarono in due e così finì.

Due piccoli indiani se ne andarono lontano
per seminare quel destino strano
ma quel destino, ricordi samarcanda,
ne lasciò in vita uno solo, a lui non si comanda.

Un piccolo indiano sperduto dentro al mondo
vagò per monti e valli, in triste girotondo
fino a che un vecchio albero non lo chiamò
e fu la fine: a uno dei suoi rami si impiccò.

E dei dieci piccoli indiani nessuno restò

Annunci

17 pensieri su “Dieci piccoli indiani”

  1. Uno dei miei libri preferiti. E aggiungo anche che originariamente il titolo era Dieci piccoli negretti. Titolo che fu cambiato in “indiani” per non offendere le persone di colore, visto che la parola Negro viene intesa in senso dispreggiativo. Grazie Viki per avermi riportato alla memoria questo meraviglioso romanzo.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...