Qualcuno resta, non c’è da preoccuparsi

pagliacci

Faccio mio il commento di Alberto Giusto,da Fb, la foto è sua:

pagliacci-2

Annunci

23 pensieri su “Qualcuno resta, non c’è da preoccuparsi”

  1. certamente quei pagliacci tutti insieme non valgono nemmeno un’unghia incarnita del Grande Giullare
    Spero almeno che quel “Fatelo Voi” urlato da Fo e ricordato oggi sia ascoltato e assimilato….Oltre alla rabbia per la consapevolezza di esser nella molle materia marrone maleodorante (4 volte M) c’è l’amarezza che aumenta a dismisura per la nostra incapacità di ribaltare tutto.

    Liked by 1 persona

    1. dan, l’80% degli italiani è fatta di ignavi, quelli che …ma chi se ne frega oppure i creduloni che muoiono sperando senza valutare le conseguenze del loro agire, il belare continuo e il 20% non basta a ribaltare le sorti…

      Liked by 1 persona

      1. in quel 20% mi sento veramente soffocare,c’è un sentore di arrendevolezza che mal si addice al mio animo,comprimo comprimo e ci son giorni che davvero vorrei avere altra nazionalità, ma neppure questo mi sta bene poichè rinnegare ciò per cui tanti hanno combattuto è ignobile e meschino

        Liked by 2 people

      2. Un esercito di mici 😀
        Io ne ho 12…è già qualcosa. Ne ho una (ultima arrivata, dunque è piccolina) che quando corre manco la vedi, è una Rivoluzione vivente 😀

        Liked by 1 persona

  2. ora ci son soldi per le sc uole, la sanità, niente più tagli e altre cazzate grosse come case…ma il beota italico non si guarda intorno? come si fa a credere a questo venditore di aria fritta? rimetti Alexis, dai…mi rincuora

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...