Binari morti

maga

-Ma tu mi ami ancora?- insisti.
Io non provo nulla.
La passione un ricordo.
La mancanza un’eco.
L’assenza una salvezza.
La gelosia un rimpianto.
Il tradimento una necessità.
I sensi di colpa soltanto nostalgia.
La vita un’abitudine.
L’abitudine noia.
La noia una dipendenza.
Che cosa è successo al nostro amore
delle tempeste?
Quand’è che i fuochi si sono spenti?
Forse in una qualche mia assenza, mentre ero impegnata
altrove
magari a scrutare l’orizzonte in cerca di nuove terre
da esplorare
spinta dalla mia solita irrequietezza sentimentale
l’insofferente e continua ricerca del Graal
di quel posto in prima fila
alla presentazione del surreale film da 30 Oscar:
L’Onda perfetta.
Solo che i biglietti per la prima sono sempre esauriti.
Nessuna replica.
E ora noi siamo un palloncino senza etere
un cachemire infeltrito
un pacchetto di auguri che non apriremo mai
una strada senza uscita
una casa senza finestre.
Binari morti.
Cassandra Crossing.
E se ti rispondessi di no?
penso guardandoti negli occhi.
Colonna sonora.
Titoli di coda.
That’s all, folks.
Per questa volta….
Viki Giugno 2011

Annunci

23 pensieri su “Binari morti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...