Fabio libero: di ipocrisia e oscurantismo

fabio-libero

-Se non volete riconoscerci il diritto a una vita decente, riconosceteci almeno il diritto a morire.
Non so se cambierai idea e dove ti porterà la tua scelta, ma grazie per aver combattuto una battaglia che riguarda tutti noi-

Io sono con Fabio, assolutamente sì.Rinnego ogni idea pseudoreligiosa che avvalla la vita sempre e comunque. E combatto la sua battaglia per avere il diritto a una morte dignitosa, contro un vaticano , purtroppo in italica dotazione, oscurantista e opportunista che ci condiziona, condiziona politicamente uno stato bigotto ma soprattutto ipocrita.
Il  mio augurio sincero è che mummie, parlamentari da operetta “cochons” e  gold pope starnazzanti…provino sulla loro pelle.

VIKI

Annunci

44 pensieri su “Fabio libero: di ipocrisia e oscurantismo”

  1. È difficile, difficilissimo comprendere da fuori, penso che nessuno più di noi stessi possa scegliere se cedere alla speranza o preferire di abbandonare la sofferenza.
    Quello che non capisco è l’incoerenza di certe cose : se un alcolista non sceglie volontariamente di farsi curare, è libero di uccidersi bevendo (con tutti i rischi che questo comporta anche per gli altri), se invece un malato grave e incurabile chiede di poter evitare l’accanimento terapeutico diventa un dramma etico.
    Io non so proprio cosa farei in un caso così limite, ma questa ipocrisia la trovo veramente dannosa e pesante.

    Liked by 1 persona

  2. Io sono cattolica, sono credente e si, sono anche praticante.
    Non sono in grado di mettermi nei panni di una persona che è in vita ma che Vita non è.
    Non riesco a pensare che una persona che fino a ieri vedeva i colori del mondo oggi non veda più nulla, non abbia un futuro.
    Io, e lo dico da persona cattolica e praticante, non sono nessuno per impedire ad una persona in queste condizioni di non porre fine ad una vita che Vita non è.
    Io sono favorevole all’ eutanasia.
    Io credo che no, non dobbiamo nasconderci dietro ad un finto buonismo perché facciamo solo del male.
    Io credo che solo chi “vive” questa condizione possa veramente esprimere le vere preoccupazioni e le vere sensazioni che si vivono.
    Io non lo so se anche in quella condizione sarei d’accordo. Non lo so come vivrei e non so cosa proverei. Oggi ti dico che sì, io sono contraria all’accanimento terapeutico.

    Liked by 1 persona

    1. grazie marta. da fervente nemica del cattolicesimo che considero la peggior espressione del cristianesimo e il vaticano un orrore di delitti e corruzione…sono per la dolce morte perché ritengo che ogni umano abbia il DIRITTO di morire con dignità. E se ci fosse un dio non credo che,nonostante i gonnelloni rossi miliardri con la meringa in testa, sarebbe in disaccordo co n me. grazie e ciauuu

      Mi piace

  3. Bonjour VIKI

    Viens je t’emmène dans un monde de rêves

    Viens avec moi au pays de l’amitié

    Ou seul ce petit monde est loi

    Un monde de paix

    Il se cache au fond de ton cœur

    Dans un monde de merveilles

    Qui brille la nuit à l’orée du ciel

    Tu y trouveras des perles rares

    Celle ou nous avons été ami ou amie pour la première fois

    Quelle belle histoire entre nous

    C’est ainsi que le verbe aimer existe

    Je t’écris ces quelques mots avec tendresse

    Je te les offre du fond du cœur

    Je te souhaite soit une belle soirée soit une belle journée

    Bisous Bernard

    Liked by 1 persona

  4. Avevo già letto la petizione qualche settimana fa. Penso che sia troppo facile poter giudicare quando si è al di fuori, io sinceramente non saprei che cosa scegliere, se fossi nelle sue condizioni forse solo il poter sentire il cinguettio degli uccelli o il rumore dell’acqua mi darebbero la voglia di continuare a vivere, ma ripeto, dal di fuori è facile parlare.

    Liked by 1 persona

    1. e non lo so…se fossi cieca completamente paralizzata dovendo dipendere sempre dagli altri se ti basterebbero i cinguetii degli uccelli…può darsi, a ciascuno il suo pensiero … ciauuu
      p.s. se parlo è perché ho esperienza diretta non di me stessa ovvio…

      Liked by 1 persona

      1. Ti dico, non posso giudicare perché non mi ci trovo dentro, ma adesso come adesso nella situazione in cui vivo forse farei di tutto per restare ancorata alla vita 😉

        Mi piace

    1. esatto, è quello che sto dicendo, seneca scrive:
      “Proprio come sceglierò la mia nave quando mi accingerò ad un viaggio, o la mia casa quando intenderò prendere una residenza, così sceglierò la mia morte quando mi accingerò ad abbandonare la vita.”

      Liked by 1 persona

  5. è un po’ la stessa situazione riguardante l’aborto,anche se alcuni sono contrari non possono pretendere di decidere per gli altri,ci deve essere libertà per certe scelte estreme non negare la possibilità solo perchè loro non lo farebbero mai,in un paese civile e democratico non dovrebbe neppure esser messo in discussione

    Liked by 1 persona

  6. ho appena ‘ribloggato’ 2 post sull’argomento …
    dovrei farlo anche con il tuo 😉
    sono completamente d’accordo e ho notato che in TV se ne è parlato pochino … pensi di sapere il motivo ?
    è la solita storia con i cattolici, da sempre hanno questo viziaccio di voler imporre agli altri la loro visione delle cose … son peggio dei dittatori e si si aggiunge la differenza tra il loro predicare ed il loro razzolare …
    io mi son sempre domandato :
    ma se il loro Dio è un ebreo di Palestina …
    perché la loro ‘Capitale’ l’hanno piazzata in Italia ???
    😦

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...