Sfreccia con il rosso , uccide una giovane donna in scooter ma resta a piede libero. Il marito gli spara e si becca 30 anni…

DI LELLO

Omicidio Vasto: 30 anni a Fabio Di Lello, il marito della vittima,Roberta, vedovo inconsolabile dal primo luglio 2016. Ed è da quella data che l’assassino, Italo D’Elisa, girava indisturbato a piede libero.
“Italo D’Elisa era imputato di omicidio stradale e il rinvio a giudizio era stato firmato alla fine del 2016”, ha detto il procuratore capo di Vasto, Giampiero Di Florio.
L’incidente aveva scosso da subito l’opinione pubblica: si era formato un comitato cittadino -Giustizia per Roberta – che chiedeva alla magistratura di agire nei confronti del colpevole
Per Di Lello è stata riconosciuta la premeditazione.Il pm aveva addirittura chiesto l’ergastolo: non ci si può fare giustizia da soli- è stata la motivazione dell’incredibile sentenza.
Ora, per i particolari vi rimando alla rete.
Io mi chiedo soltanto in quale altro paese una persona che corre eccessivamente passa con il rosso e causa la morte di una giovane donna distruggendo una famiglia possa poi essere lasciato libero come nulla fosse accaduto, senza neppure dimostrare un minimo di rimorso, come si apprende da più fonti.  Farsi giustizia da soli non è condivisibile, ma se chi deve tutelare i cittadini non prende alcun provvedimento è comprensibile che il dolore si assommi alla rabbia e generi violenza. Non giudico,  ma se mi fossi trovata nella stessa situazione avrei reagito come Fabio. Se le istituzioni  sono tanto cieche senza alcun rispetto per il cittadino peccando di eccessivo garantismo immerse in un pantano di lentezza, allora è un diritto del cittadino stesso prendere gli adeguati provvedimenti, soprattutto in situazioni come queste, quando ti viene portata via la persona che ami di più al mondo- mi sono immedesimata, bisogna farlo, sempre, prima di esprimersi-
Ripeto io avrei reagito nello stesso modo di Fabio, solo meno platealmente.Ci sono diversi modi per  applicare il noto “occhio per occhio…” e non pagare debiti a una giustizia inesistente.
E voi come la pensate sull’omicidio Vasto?

46 pensieri su “Sfreccia con il rosso , uccide una giovane donna in scooter ma resta a piede libero. Il marito gli spara e si becca 30 anni…”

  1. Per quanto si sia abbassato ai livelli dell’assassino della moglie, è una situazione capibile… la mancanza di Giustizia. Gli anni di galera magari se li può anche meritare ma se la Giustizia fosse stata equa, non saremmo arrivati a tanto anche se magari il senso di vendetta lo poteva avere comunque.

    Preferisco questa situazione a quella relativa al pezzente paesano nostro che spara alle spalle del ladro e la fa passare per legittima difesa.

    Pistoleri da tastiera di Facebook a parte (che manco hanno le palle di puntare una forchetta a qualcuno), sono situazioni che servono a certe propagande meschine e codarde.

    Piace a 1 persona

  2. Allora.la giustizia avrebbe dovuto applicare la legge in riferimento dell’omicidio stradale.così non e’ stato.l’arroganza di questo individuo ha portato,si,all’esasperazione del marito.conclusione e’:metterei alle sbarre il giudice che ha lasciato a piede libero il ragazzo,perché ha concorso ,in seguito,alla vendetta del marito.il giudice e’ colpevole.BASTA!!

    Piace a 2 people

  3. Credo che la pena sia esagerata.
    Penso che bisognerebbe prendere il Giudice che ha lasciato a piede libero quell’assassino (se passi col rosso e ammazzi non è più omicidio preterintenzionale ma volontario) e lo metterei a San Leo nella stessa cella in cui misero Cagliostro… ma non per sempre.
    Buona Domenica.
    Quarc

    Piace a 1 persona

  4. PER CORTESIA: non mi tirate più in ballo il giudice: la giustizia in italia è così, quindi salvar capra e cavoli non serve.Quello che vi chiedo è: che avreste fatto al posto di Fabio, potreste andare a piangere tutti i giorni su una tomba in attesa che il giovane che intanto scorrazza libero venga-forse- condannato oppure reagire in altro modo.. STOP

    Piace a 1 persona

      1. Coi sistemi corrotti, non c’è Giustizia per le persone comuni. Solo i ricconi hanno giustizia, perchè pagano 😀

        In USA, per dirne una, se sei afro sei automaticamente delinquente… ancora oggi. E là ti sparano manca poco se scavalchi una panchina…

        E’ sempre stata un miraggio la Giustizia equa… salvo eccezioni certo.

        Piace a 1 persona

  5. La ” VIOLENZA” nn è mai giustificabile! Ma comprendo appieno la disperazione che abbia mosso un gesto così estremo!
    L’Italia è il paese ” degli impuniti” dove tutto è permesso senza alcuna tutela per il cittadino. … è vergognoso ammettere che purtroppo, in questo storico momento “”le cose volgano solo a peggiorare!!!!

    Piace a 1 persona

  6. la reazione è comprensibile e non pochi avrebbero fatto così, probabilmente anch’io (ma spero di non trovarmi mai in quella situazione e quindi di restare col dubbio)…
    detto ciò la giustizia fai da tè è socialmente sbagliata perchè introduce un giudizio di valore soggettivo (es. qualcuno ritiene di aver subito un torto e dunque punisce chi lo ha causato, ma magari quel torto esisteva soltanto per colui che lo aveva subito)…
    ovviamente non è questo il caso, che è palese… qui si tratta del classico esempio di malagiustizia che porta all’esasperazione di una persona che purtroppo agisce come ha agito, ricevendo oltre al danno, la beffa…

    Piace a 2 people

  7. è una brutta storia, questo è sicuro … iniziata male e finita peggio !

    Però tu chiedi di dare una risposta a due domande ben distinte.

    Se mi chiedi cosa io avrei fatto se fosse capitato a me ti dico : probabilmente anche peggio …

    Se mi chiedi cosa penso cercando di ragionare ‘freddamente’ su quanto accaduto ti rispondo in maniera diversa;

    non ho seguito particolarmente il caso ma il resoconto per come lo hai descritto non è così provato : so che non si è trattato (se ricordo bene) di un atto di un pirata della strada sotto l’effetto di alcol o stupefacenti, mi pare si sia fermato e che abbia soccorso la povera donna;
    mi sembra di aver sentito dei commenti di parenti e conoscenti del ragazzo che descrivevano il suo malessere e il suo pentimento … a questo punto a chi devo credere ? Il marito dice che è stato provocato ma (dato che il ragazzo non può dire la sua) chi gli viveva accanto lo nega …
    il ragazzo era fuori ma il processo si sarebbe poi fatto … è ben diverso da chi è fuori perché non viene imputato;

    l’ho detto è una situazione con tante sfaccettature che bisognerebbe conoscere correttamente tutte per poter giudicare.

    voglio solo aggiungere 2 cose :

    1) per il nostro ordinamento un omicidio colposo è molto meno grave di uno premeditato … e questo è un dato di fatto di cui tenere conto (che si sia o meno d’accordo);
    non trovo scandalosa una sentenza che colpisce vendetta e premeditazione in quanto così dice la legge (poi sulla pena inflitta possiamo discutere pure parecchio);

    2) una automobile è potenzialmente un’arma carica … quando la guidate ci pensate ogni tanto ? … io credo di no … eppure è proprio così … la vostra vita e quella degli altri sono molto più legate ad un sottile filo rispetto ad altre situazioni, ad altri momenti …
    una disattenzione è una cosa magari anche grave ma può capitare a tutti (anche a chi dice di no) e la gravità dipende sempre dalle conseguenze; tutti possono avere un colpo di sonno oppure una svista oppure un malore … io non me la sento di dare a costoro degli ‘assassini’ …
    diverso (e molto) è il discorso di chi si mette al volante sotto effetto di droghe o alcolici perché in quel caso la ‘colposità’ lascia il posto alla ‘quasi premeditazione’ …

    ripeto … brutta storia …

    Piace a 2 people

    1. non ce la fo più a rispondere… eccesso di velocità e passare con il rosso è omicidio ma che colposo…anche tu mi dici che un incidente può succedere? poi ammazza la donna e da luglio era in giro tranquillamente ancora oggi…il marito in un mese l’han sistemato. lasciamo perdere la direttissima e il minacciato ergastolo. mi auguro che a quel giudice gli stecchino la consorte o un figlio nelle stesse condizioni e poi vediamo. ciauuu besos

      "Mi piace"

      1. daiii …
        perché ‘era fuori’ lo sappiamo (lentezza della giustizia) …
        inoltre se non c’è il pericolo di fuga o di reiterare il delitto la legge non prevede la carcerazione preventiva …

        il resto della storia però son ricostruzioni (non mi ricordo se ci fosse qualche testimone oculare) … dico solo che non me la sento di prenderle tutte per oro colato senza riscontri …
        tutto quì …

        a me è successo (per pura distrazione) una sera di passare con il rosso e la fortuna ha voluto che non passasse nessuno nell’altro senso … certo non correvo (e non ero drogato o brillo) …
        a parte lo spavento appena me ne sono reso conto (che ti prende lo stomaco) ti posso garantire che non sono un assassino …

        poi è ovvio che quando sei tu la parte in causa ragioni in maniera moooolto differente 😉

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...