Quando è nato l’oroscopo come prodotto editoriale e il domandone al seguito

horoscope-993144_1280-770x513

Contrariamente a quanto si può immaginare l’oroscopo inteso come prodotto editoriale ha una storia recente legata all’Inghilterra, a una principessa e a un dirigibile.

L’articolo è preso dal sito di Simon and the Stars.

sunday-800x500-420x262

Il primo oroscopo nasce a Londra sul Sunday Express il 24 agosto 1930? Vediamo come…
Il 21 agosto nella famiglia reale d’Inghilterra arriva un fiocco rosa: nasce la Principessa Margaret, figlia dei Duchi di York, sorella della attuale Elisabetta II. Chi ha visto “The Crown” su Netflix potrebbe ricordarla.
Tutti i giornali, naturalmente, versano chilometri d’inchiostro per celebrare la nuova bimba a corte. Il Sunday Express, però, esce appunto di domenica 24 agosto, tre giorni dopo il lieto evento, quando ormai sulla principessina era stato scritto tutto e il contrario di tutto. Per dare un po’ di “pepe” all’articolo, al redattore del Sunday viene in mente di chiamare un astrologo in voga al momento (R.H. Naylor) e chiedergli un piccolo approfondimento sui tratti astrologici della principessa. Fin qui nulla di strano: queste cose si sono sempre fatte ed erano abbastanza comuni.
La cosa davvero originale per l’epoca fu che quel geniaccio di Naylor non si limitò a tracciare ilquadro della piccola Margareth Rose, ma aggiunse qualche previsione valida non solo per la principessa, ma per tutte le persone nate in quei giorni (21/22/23 agosto). Questa fu la vera novità: un contenuto astrologico scritto per un numero indifferenziato di persone, accomunate unicamente dalla data di nascita e, quindi, dalla posizione del Sole in un determinato segno zodiacale.

L’articolo ebbe immediatamente un’eco esplosiva. Arrivarono centinaia di lettere, e il caporedattore ebbe l’idea di replicare la cosa nel weekend successivo con un articolo dal titolo “Sei nato a settembre?”, contenente naturalmente le previsioni per i nati sotto il segno della Vergine. Anche questo secondo articolo ebbe un successo dirompente, e il Sunday decise di farlo diventare un appuntamento periodico, a partire dal successivo 5 ottobre.
E qui accadde un altro fatto “strano”, che contribuì all’affermazione di questo “neonato” oroscopo nel mondo. Per il primo numero della propria rubrica, Naylor scrisse “un apparecchio della British Royal Airship è in pericolo”. Una previsione bizzarra, arrischiata e rischiosa, che personalmente non saprei proprio come interpretare. Fatto sta che il 5 ottobre 1930 un dirigibile R101 della British Royal Airship si schiantò a Beauvais (poco distante da Parigi). La notizia fece il giro del mondo,soprattutto perché prevista da un numero del Sunday uscito pochi giorni prima.

Naylor divenne l’uomo del momento. Decine di giornali europei e nordamericani avrebbero fatto carte false per fargli un contrattone pluriennale, ma lui restò sempre al Sunday. Il Tribune (il più grande concorrente del Sunday) ebbe uno scossone, il direttore si mangiò e rimangiò il cappello, e l’oroscopo di Naylor crebbe settimana dopo settimana. Solo nel 1937, però, divenne quello che conosciamo oggi, un contenuto articolato in 12 previsioni, una per ciascun segno zodiacale.

Da Giornalettismo

E ora ditemi: credete agli oroscopi? Perché in molti affermano che son tutte stupidaggini però poi vanno a consultarli.Personalmente mai letti i “giornalieri” ma sui segni zodiacali sono decisamente dubbiosa: perché i nati sotto lo stesso segno hanno caratteristiche comportamentali spesso molto simili.Quindi le stelle davvero influenzano la nostra nascita?
Comunque se l’oroscopo vi appassiona seguite Simon and the Stars  

bacio3

Annunci

32 pensieri su “Quando è nato l’oroscopo come prodotto editoriale e il domandone al seguito”

  1. Citerei una frase di un mio idolo, Sheldon Cooper, che riguardo l’oroscopo diceva ciò: it tells us that you participate in the mass cultural delusion that the sun’s apparent position relative to arbitrarily defined constellations at the time of your birth somehow affects your personality

    Liked by 1 persona

      1. Ma sì ognuno creda a ciò che vuole… io sono abbastanza d’accordo con Sheldon, poi mi sembrava simpatica la frase, in perfetto suo stile (non so se conosci tbbt)… i miei genitori sono entrambi del leone ma sono totalmente diversi come personalità… comunque era pour parler, buona giornata ciao😉

        Liked by 1 persona

  2. Questa è una bella lotta curiosità VS credenze.
    Probabilmente alla base dei segni zodiacali c’è uno studio che prende qualche spunto, le persone sono così tante e diverse, che per qualcuno certe cose devono essere proprio reali.
    Però penso sempre che alla base di certe edizioni ci sia comunque il “bisogno di vendere” quindi la mia fiducia, già risicata in questo campo, va a farsi definitivamente friggere.

    Liked by 1 persona

  3. Molto interessante come argomento! Io non lo leggo perché credo che non possa essere uguale per tutti. Personalmente sono leone e mi ci rispecchio per alcuni aspetti. Altri sono tipici (mi dicono) del mio ascendente: bilancia.
    Ti auguro una buona giornata e un buon Week end.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...