Scrittori, piloti, clooney e bersani

123bb4d3e7ade4e4ca1a51de40f940d7

beh, bisognerebbe sempre saper riconoscere i propri limiti 😀

31ef872b1fd8c12630d3d4eb511c0238

oh maròòò…inquietante 😈
Viki da Pinterest

Annunci

35 pensieri su “Scrittori, piloti, clooney e bersani”

    1. e allora il pilota con la vespa? in fondo è verita, si scrive e si guida…ma bisogna vedere come e che cosa 😀
      tutti sanno scrivere poi però ci sono i poeti, gli autori e quelli che scrivono davvero….
      l’importante è non credersi quello che non si è… ciao antonietta

      Liked by 1 persona

      1. a parte che non tutti sanno scrivere, comunque vorrei fare qualche precisazione. Non tutti quelli che pubblicano libri sono scrittori, certo, ci sono autori che fanno cassetta e quindi sono ricercati dalle case editrici, ma siamo sicuri che siano così validi? Non mi meraviglia che un Volo sia tanto famoso, spesso paga la mediocrità, probabilmente perchè la massa è in quella fascia.

        Liked by 1 persona

      2. certo che non sono validi, l’ho appena precisato a silviatico, spesso l’editoria dà al pubblico quello che vuole, in periodo di ignoranza bieca va così. , vedi anche moccia. per quanto riguarda la rete….ci sono in giro troppi pseudoscrittori o che si credono tali…e magari manco conoscono a dovere l’italiano oppure inducono narcolessia …buondì

        Liked by 1 persona

  1. Non sarei così categorico, mia dolce bimba: si può scrivere su blog, però averci le capacità scrittoriali che fanno si che ci si possa ritenere scrittori a tutto tondo. In fondo non è l’abito a fare il monaco: nemmeno il fatto di avere scritto libri è garanzia di essere scrittori. A meno di definire lo scrittore colui che si dà alla chilometrica scrittura.
    Altrimenti si finirebbe per credere davvero che Moccia scrive libri. Ed invece un altro, meno fortunato, deve arrangiarsi a farlo su un blog…
    Bacio più che mai

    Liked by 1 persona

    1. per me è scrittore chi è pubblicato da una casa editrice seria, di nome…è il primo passo, può essere una cazzata lo stesso ma se si scomoda un grosso nome che dà fiducia tipo Adelphi, qualche cosa di buono c’è.
      moccia scrive cagate che però ai giovanissimi piacciono…è parecchio venduto, un business, è uno furbo insomma..
      Se uno ha le capacità per emergere davvero prima o poi ce la fa, non autopubblicandosi i libri ma appunto nel modo che ho detto.Non deve arrangiarsi…proverà c on le diverse case editrici , se è convinto di valere.Perché o finisci sulla carta oppure ti diverti.E se viene subdorato un successo tranquillo c he ti pubblicano…ma devi saper davvero destare interesse. ciau BBB

      Liked by 1 persona

      1. Troppo complicato essere definiti scrittori. Meglio non esserlo scrivendo in proprio sul blog. E pazienza se non si è ritenuti tali, solo perchè non è l’Adelphi a farci il filo… Pensa che fior di scrittori hanno dovuto autopubblicarsi: Gadda, Svevo… Magari ai giorni nostri si sarebbero sbizzarriti pure su blog…E nessuno li avrebbe mai detti scrittori.
        Bacio più che mai…

        Liked by 1 persona

      2. Ahahahahah!!!! Certo che erano altri tempi, delizia mia. Solo provavo ad immaginare due scrittori come loro alle prese con una modernità che li relega a scrivere sui blog. M’avrebbe fatto impazzire la “Coscienza di Zeno”a puntate su blog… Per non dire di”Quer pasticciaccio di via Merulana” spiattellato anch’esso post su post…

        Liked by 1 persona

      3. L’hai detto tu che Moccia vende, che piace, quindi vende, di conseguenza è considerato anch’esso scrittore al pari di Hemingway o Gogol e Pavese… Strana cosa l’arte: proprio come l’amore…

        Mi piace

      4. ma non è vero, che cosa dici, vendere non vuol dire essere hemingway, ci sono le mode, i libri pruriginosi…, il sesso che attira, non si è scrittori per questo, si è scribacchini e entriamo nel campo dei furbi “autori” e dei furbi editori, questa non è arte è ben altro

        Liked by 1 persona

      5. Ah mia dolce amica, perdonami, ma io sono un antiquato, sono fermo a quel tizio che diceva: non so dire cosa sia arte, però so riconoscerla quando la sento…
        Insomma: potremmo discuterne per secoli di estetica e di arte, alla fine credo che saremmo ancora qua nel giorno del giudizio universale. Chi è lo scrittore? Quello che scrive in un blog, sul foglio della carta igienica, sul muro andando per fogne, fogne da milioni di copie?…
        Bacio più che mai

        Liked by 1 persona

      6. Nulla di più vero: appartiene alla sensibilità di ognuno, la certezza è come la fede, ovvero personale. Ed io non ho fede, se non nel fatto che non esiste certezza…
        Bacio più che mai
        Ribacio

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...