Tempi di maturità classica: oggi prova di Latino,ma la mia passione era ed è il greco con l’Odissea e Ulisse, l’eroe più celebre di tutta l’antichità: in fondo è uno di noi…

steve-hanks2

Personalmente considero l’Odissea uno dei libri più affascinanti che siano mai stati scritti; ricordo a memoria, in greco antico, tra gli altri alcuni versi del canto quinto che fanno magistralmente rivivere l’isola e la grotta di Calipso:
-Sul focolare un gran fuoco brillava, e per l’isola tutta/ si diffondeva l’odore del cedroche ardeva, e del dolce larice,/ e dentro la diva cantando con voce soave/ scorrea tutto iltelaio con l’aurea spola e tesseva./ Una foresta folta cresceva intorno allo speco,/ tuttain rigoglio: il pioppo, l’ontano, il fragrante cipresso; / quivi facevano il nido gliuccelli dall’ala veloce,/ gufi, e sparvieri , e cornacchie ciarliere che vivon sul mare-
Da allora in poi cominciai ad amare le isole del mediterraneo di un amore sconfinato, che dura tuttora: in fondo spero sempre di incontrarvi le magie di una dea o addirittura un naufrago fascinoso come l’eroe greco 😀

Tornando al poema di Omero, esso si distacca, con una evidenza incontrovertibile, dal suo gemello, l’Iliade, anch’esso frutto della civiltà Micenea (XVI-XII secolo prima di Cristo).
Se l’Iliade, con la sua rievocazione poetica della guerra dei greci contro Troia tratta della politica espansionistica di questo popolo al culmine di tale civiltà, l’Odissea narra la storia di un uomo, Ulisse appunto, Odisseo in greco, dotato di due qualità che ce lofanno ammirare incondizionatamente: la capacità di sopportazione e quella di risolvere leemergenze, mentre vive le due pulsioni, opposte e complementari, proprie dell’Uomo di ogni tempo, che lo portano da una parte alla ricerca di terre e genti nuove e sconosciute- la curiosità che è alla base della conoscenza- e dall’altra a un vagheggiato e tormentato ritorno a casa, che è poi , simbolicamente, il faticoso cammino per ritrovare sé stessi.

Chi mai sarebbe disposto a soffrire con gli eroi dell’Iliade, con il suo protagonista,Achille?
Non è un semidio, è un dio: la sua invincibilità sui campi di battaglia ce lo fa sentire superiore e distante; in tutta l’Iliade c’è una sola scena che ce lo restituisce umano.
E’ la scena del ventiquattresimo canto, in cui il vecchio Priamo viene a implorarlo perché non faccia scempio del corpo di suo figlio Ettore, che egli ha ucciso in duello; allora l’eroe cede al pianto e a un umanissimo sconforto:
-Questo destino hanno dato gli dei ai mortali infelici, / vivere afflitti, ma loro sono immuni da pena…-
Il fatto è che l’Iliade è il documento di una aristocrazia, quella degli invincibiliprincipi guerrieri, mentre l’Odissea racconta di uno come noi, che tuttavia ci è superiore, per intelligenza e pazienza.
Ora Omero usa connotare tutto ciò che descrive con aggettivi univoci, che tornano di continuo: il mare, nell’Odissea, è spesso color del vino, espressione divenuta famosa.
Per Odisseo egli usa sovente due aggettivi, che trascritti nella nostra grafia diventano: polùtropos e polùtlas; il prefisso polùs vuol dire molto, quindi i due aggettivi sipossono tradurre con d’una intelligenza assai versatile e d’una grande capacità di sopportazione.
Sono queste le due componenti della personalità di Ulisse che ce lo fanno amare, e insieme ci fanno sentire legati a lui da una qualche affinità elettiva; lo ammiriamo come s’ammira sinceramente un fratello o un amico che non abbiamo difficoltà ad ammettere essere molto più dotato di noi.

Odisseo ha un’intelligenza estremamente elastica: sa adattarsi, con una finezza disoluzioni che lascia stupiti, alle più inaspettate emergenze della sua tumultuosa vita.
Spesso le sue sono soluzioni astutamente sottili, con solide basi di diffidenza, che gli salvano sempre la vita , in ogni frangente: e in questo, con un balzo in avanti di secoli,pare più che l’eroe di un poema epico, il protagonista di una qualche attualissima serie o film, in passato è già avvenuto- per inciso, credo proprio che al suo personaggio ben si adatterebbero gli effetti speciali di ultima generazione-
Per esempio, quando Calipso, nel quinto canto è costretta a congedare il suo amato Ulisse:
-Poiché lo vogliono gli dei che possiedono il vasto cielo, / che sono più forti di me nel fare e nel pensare –
Odisseo, invece di esplodere in urli di gioia per la libertà ritrovata, volta il capo eguardando fissa la sua carceriera amante semidivina scandisce pacatamente:
-Io non mi imbarcherò su una zattera , anche contro la tua volontà,/se non vorrai, dea,prestarmi il giuramento solenne/ che non stai tramando contro di me un’altra sciagura-
Calipso sorride di ammirazione per quell’umano molto amato che, per evitar eventuali ulteriori difficoltà, si trasforma immediatamente in vittima, scordandosi anche di lei; infatti lo accarezza e giura su terra, cielo e Stige.

Ulisse possiede intelligenza, accortezza e accorta diplomazia; inoltre dobbiamo considerare la sua infinita pazienza morale: tutto il blocco di canti del ritorno ad Itaca, dal tredicesimo all’epilogo- a dir la verità quelli che personalmentemi prendono di meno- è un gran trattato ascetico sulla sopportazione che conosce momenti di tensione quasi religiosa.
In conclusione ci ritroviamo di fronte un essere umano straordinario dalla personalitàprismatica, che lo rende davvero adatto a tutte le stagioni.
Questi sono solo brevi personali cenni davvero insufficienti per descrivere Ulisse.
Per sapere tutto di lui basta leggere o rileggere quel capolavoro assoluto che è l’Odissea…

VIKI

 

Annunci

25 pensieri su “Tempi di maturità classica: oggi prova di Latino,ma la mia passione era ed è il greco con l’Odissea e Ulisse, l’eroe più celebre di tutta l’antichità: in fondo è uno di noi…”

  1. Sfondi una porta aperta. Sono al secondo giro dell’Iliade, e seguirà l’Odissea. Credo siano davvero i libri della mia vita, quelli che giri e giri e poi rileggi sempre.
    Anche mi diplomai con Cicerone alla seconda prova, ma avrei preferito versione di greco.

    Liked by 1 persona

  2. Mi considero fortunata anch’io ad aver frequentato un liceo per pochi, il latino ma soprattutto il greco, sono materie che aprono la mente, educano ai valori veri come appunto l’ Iliade e l’ Odissea di cui hai parlato, Noi che il Classico non avremmo mai scritto ” traccie ” e, forse proprio per questo, non saremmo mai diventate dirigenti del Ministero della Pubblica Istruzione. Ciao Viki, bacio

    Liked by 1 persona

    1. che bello ros trovarti in questo club per pochi, oggi…no niente carriera politica per noi però vedi…noi familiari lo scriviamo così , non così : famigliari. è una cavolata…ma il classico distingue, la mente è obbligata ad aprirsi e questa è la conoscenza. Per la stessa ragione individui contaballe scolastici si riconoscono al primo sguardo…o lettura…

      Liked by 1 persona

  3. eggià….anche questo…guarda mi va di dirlo, mi considero una privilegiata con il classico …la meraviglia di quell’esame di maturità a studiare come una matta senza ri correre alla rete, considerata disonorevole nella mia famiglia…e poi uscire con il trofeo di una media altissima…magari per poi scegliere una facoltà scientifica e ricominciare…ma io sono così

    Liked by 1 persona

  4. Giusto! brava V i k i….mi hai dato lo spunto per una rilettura. Odissea vince contro Iliade anche a parer mio.
    Ogni tanto a me piace buttar dentro qualche rilettura di classici contemporaneamente alle letture in corso.
    Recente rilettura dei Promessi Sposi….
    Grazie!

    Liked by 1 persona

  5. L’Iliade e l’odissea sono gli unici libri che ho comperato.li tengo in naftalina.😊.la mitologia greca mi affascina.come Paride con la protezione di diana colpisce Achille.con la fine della guerra,le donne di troia ,si sono sparse in tutto il mondo😈.come sono cinico.ahahahah

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...