Abbandono,dignità,ricatto, rabbia

jacek20yerka66jpg

Painting by Yacek Yerka

Di fronte a un abbandono, non necessariamente di un patner,anche di un amico o di qualcuno in cui avevamo riposto tutta la nostra fiducia e il nostro affetto, come reagiamo?
Affrontiamo con dignità il “Non ti voglio più!” buttandoci alle spalle il passato mentre l’altro se ne va per la sua strada oppure cerchiamo a tutti i costi di trattenerlo, pregando, piangendo, ricattando?
Il ricatto sentimentale è un’arma assai valida per qualcuno.
O ancora pensiamo immediatamente alla vendetta, per “fargliela pagare” in qualche modo?
In quanti di noi prevale la rassegnazione apatica con eventuale conseguente depressione?
Personalmente ho reagito all’abbandono della persona che amavo di più al mondo con immenso dolore e rabbia, covando sentimenti di vendetta che, in parte, non si sono ancora estinti, anche se l’amore ha ripreso il sopravvento.
Ma ero una bambina,allora i genitori rappresentavano tutto il mio mondo, sinceramente non so come reagirei oggi di fronte all’abbandono di chi mi è molto caro e questo dubbio mi fa pensare che quel lontano dolore e quella rabbia covino ancora sotto la cenere degli anni…

36 pensieri su “Abbandono,dignità,ricatto, rabbia”

  1. Le delusioni, nel tempo che va, sono ancora più amare delle precedenti e per quanto mi riguarda, sparisco
    silenziosamente, ma se ne ho l’occasione faccio pagare il debito….
    Buon pomeriggio e un bacione, carissima

    Piace a 1 persona

  2. Non ho capito perfettamente, ma ho compreso che hai subito un grande dolore… e mi dispiace.
    Come ho reagito… o come reagisco?
    Di fronte all’ineluttabilità di un abbandono, la cosa migliore da fare è evitare di agitarsi… intanto non c’è più niente da fare. Oggi che ho raggiunto una certa maturità, anche se ancora non so se sono diventato veramente adulto, mi fermo un attimo, analizzo la situazione e, se è il caso reagisco… altrimenti permetto all’indifferenza di fare il suo corso.
    Non dimentichiamoci che generalizzare è quasi impossibile.
    Buon pomeriggio cara Viki.
    Quarc

    Piace a 1 persona

  3. Credo che ci siano abbandoni duri da smaltire, soprattutto in tenera età, a prescindere dalle diverse situazioni che possono essere successe a ciascuno dico che per carattere non ho mai trattenuto e non trattengo alcuno, chi decide di allontanarsi da me lo lascio andare, la prima è stata un’amica dell’adolescenza che alla prima scelta importante da fare ha preferito separarsi da me piuttosto che… e mi ha aperto gli occhi forse troppo creduloni sino ad allora. In ogni caso considero le persone libere di stare o rimanere, sempre e comunque, del resto meglio lontani che incompatibili 🙂 Ciao Vik

    Piace a 2 people

  4. Sono cresciuto con la fortuna di non avere questi episodi. E con la fortuna di sapermi fidare delle persone giuste in famiglia.
    Ma non escluderei di sbagliarmi. Forse è probabile. Ma spero ogni giorno sia solo uno stupido pensiero da tastiera. Viki super. Ciao

    Piace a 1 persona

  5. Non credo ci sia un eta’ quando affrontare un abbandono e’ più facile ma sicuramente più’ si “matura” e più ci si rende conto che è’ inevitabile Cisa che non lo rende più digeribile ma ci aiuta a trovare gli strumenti di auto preservazione giusti x affrontarlo…..credo .

    Piace a 2 people

  6. Non ho mai obligato nessuno ad amarmi.
    Mi sono visto voltare le spalle da tanti, oserei dire da tutti, perché in certi casi tutti lo hanno fatto.
    Non ho mai fatto obiezione, ho sempre preso atto della scelta e sono andato avanti per la mia strada.
    Ma non con indifferenza, ma sempre con il dolore.
    È però stato il dolore a farmi crescere.
    Nessun rimpianto.

    Piace a 1 persona

  7. Hai centrato il punto. Io sono stata tradita dalla mia psicoterapeuta che era anche il mio capo e mia amica.
    Si è approfittata di me in modo disumano.
    Se covo vendetta…caspita, ogni istante.
    Non ho ancora fatto nulla, ma non lo escludo, sono arrabbiata perché l’abbandono è stato triplo, si è portato dietro tutta la mia rete sociale e la conseguente depressione.
    Non lo so se un giorno potrò accettare tutto questo, per adesso è impossibile.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...