Catherine Deneuve: lasciamo agli uomini la libertà di importunarci! E io mi associo contro la nefasta ipocrisia made in USA, diventata virale

185740136-f7bf5019-a0cc-4f6a-baee-a8640d0d0d1f.jpg

L’attrice è tra le cento firmatarie di una lettera controcorrente pubblicata su ‘Le Monde’ in cui si condanna la caccia alle streghe scaturita dopo lo scandalo a Hollywood. Eccovi i punti salienti:
-Lo stupro è un crimine. Ma tentare di sedurre qualcuno in maniera insistente o maldestra non è un reato, né la galanteria è un’aggressione del maschio che non può difendersi-
E ancora:
Una campagna di delazioni e accuse pubbliche di uomini che, senza che si lasci loro la possibilità di rispondere o di difendersi, vengono messi esattamente sullo stesso piano di violentatori. Questa giustizia sbrigativa ha già fatto le sue vittime, uomini puniti nell’esercizio del loro lavoro, costretti a dimettersi, avendo avuto come unico torto quello di aver toccato un ginocchio, tentato di strappare un bacio, o aver parlato di cose intime in una cena di lavoro, o aver inviato messaggi a connotazione sessuale a una donna che non era egualmente attirata sessualmente. Questa febbre di inviare i “maiali” al macello, lungi dall’aiutare le donne a rafforzarsi, serve in realtà gli interessi dei nemici della libertà sessuale, degli estremisti religiosi, dei peggiori reazionari e di quelli che credono che le donne siano esseri umani a parte, bambini con il volto adulto, che pretendono di essere protette-
La battaglia delle cento donne si concentra sulla distinzione netta fra la violenza sessuale, che è un crimine, e il “rimorchio” che “non è neppure un reato”:
Noi difendiamo la libertà di importunare, indispensabile alla libertà sessuale, siamo abbastanza mature per ammettere che la pulsione sessuale è per sua natura offensiva e selvaggia, ma siamo anche sufficientemente accorte per non confondere il corteggiamento maldestro con l’aggressione sessuale-
Le firmatarie dichiarano di non riconoscersi in questo femminismo che, al di là della denuncia degli abusi di potere, assume il volto dell’odio verso gli uomini e la sessualità. Niente a che vedere con le battaglie sacrosante, ma la confusione si ritorce contro le stesse vittime:
-La donna, oggi, può vigilare affinché il suo stipendio sia uguale a quello di un uomo, ma non sentirsi traumatizzata per tutta la vita se qualcuno le si struscia contro nella metropolitana-
Applausi, da mesi dico che gli USA e le varie stars meritano l’oscar dell’ipocrisia, a cominciare dalla nostra asia argento che, brutta copia di un padre geniale, priva di ogni genere di talento,ignorata dai media , ha pensato di tornare alla ribalta denunciando l’orco hollywoodiano, che lasciatemelo dire, ha uno stomaco di ferro per attentare alla virtù di una tale nana crozza!
Sulle altre , tutte, vestite di nero sul red carpet dei Golden Globe 2018, stendo un velo pietosissimo: mi vergogno di essere Donna perché , lo ricordino tutti, si può sempre dire di no, e non è la vita che è in gioco!

22 pensieri su “Catherine Deneuve: lasciamo agli uomini la libertà di importunarci! E io mi associo contro la nefasta ipocrisia made in USA, diventata virale”

    1. questo non si deve far ricadere sugli uomini, il sistema è maschilista lo sappiamo ma la donna che si adegua per motivi non vitali è mignotta. Lo sappiamo che dobbiamo combattere, quindi comBattiamo non ci caliamo le mutande e poi dagli al lupo! Figure di cacca, e basta, ciauuu

      "Mi piace"

      1. Se non si rovescia sto maledetto patriarcato, le situazioni che tratti nel post saranno sempre all’ordine del giorno o quasi, specie oggi con questa barbarie gratuita.
        Bisognerebbe ricordare e far ricordare le tante conquiste delle Donne fino a mezzo secolo fa 😀
        Raccontiamo anche di Rosa Luxemburg, non di certo per egemonizzare a livello ideologico ma lei è stato un chiaro simbolo di libertà femminile. 😀

        Piace a 1 persona

      2. Si può sempre imparare, basta volerlo 😀
        Personalmente adoro la Luxemburg, perciò l’ho citata.

        Le opzioni sono due, per tutto: provare a cambiare o assistere ad un peggioramento progressivo di tutto 😀

        Piace a 1 persona

      3. per quanto mi riguarda io di ometti affanculo ne ho già mandati tanti…ma non sono una diva, lotto per il mio cervello. La Deneuve in buona sostanza è con me, quindi….

        "Mi piace"

  1. ti appoggio ancora una volta .lo scandalo di Hollywood e`un insulto alle vere vittime di stupro (e ne ho conoscenza diretta)che non riacquistano improvvisamente la memoria 20 anni dopo xche’ non piu’ scritturate e soprattutto non la riaqcquistano primariamente sui social …e non vado oltre.

    Piace a 2 people

    1. applausi e applausi ortensia, tutto questo circo mediatico e non ci disonora, come dici tu è un INSULTO alle vere vittime di stupro che non sono ” povere” donzelle in cerca di fortuna così pudibonde… ma così pudibonde… mein Gott ! abbraccio

      Piace a 2 people

  2. Importunare una persona e’ diverso che rimorchiare.se una persona respinge le avance(rimorchiare),questo e importunare.se una non ci sta,non ci sta punto e basta.ripeto : meglio che quelle persone non sputino nel piatto che hanno mangiato.in parte condivido Catherine Deneuve.

    Piace a 1 persona

  3. è il tipico bigottismo ipocrita americano a due velocità, alternano il paraocchi, che gli fa vedere per anni la più bieca dissolutezza, a fasi di pubblico linciaggio un tanto al chilo
    (woody allen se non si sbriga a morire sarà spacciato)
    ml

    Piace a 1 persona

  4. Io non dico che bisogna metterli sullo stesso piano degli stupratori però se un uomo approfitta della sua posizione per ottenere sesso facile, va punito con qualche sanzione. Di cosa parlo? Non sono dell’attrice ma anche della segretaria, non solo di situazioni aziendali ma di qualsiasi frangente in cui una donna possa sentirsi in qualche modo condizionata a dover cedere per quieto vivere, per sopravvivenza o per paura.

    Piace a 1 persona

    1. lo si denuncia oppure…ci sono altri mezzi. ma fare sesso con un uomo usando il do ut des è prostituirsi. se poi si tratta della vita, in senso stretto, allora …vita mea mors tua e non sempre da intendersi in senso letterale.
      un uomo lo si può punire in tanti mdi…ma la memoria retrospettiva no, è solo ipocrisia indegna di una Donna. buondì antonietta ❤

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...