Un giorno si dividono le strade

bimbo-triste

Un giorno si dividono le strade, in mezzo un fiume tumultuoso, gelido, profondo che tutto trascina con sé verso il mare del rancore e dell’indifferenza.
Tu resti lì,piccola, immobile, inutile,sotto la pioggia battente a guardarlo ingrossare mentre le due sponde si allontanano sempre di più e tu sai che non potrà mai esserci un ponte a riavvicinarle.

Questa è l’immagine che lascia , a volte, un divorzio nella mente di un bambino…e quando con il tempo non si affievolisce anzi l’acqua del fiume è sempre più fredda, la pioggia acida,vuol dire che non hai mai perdonato, anche se la ragione ti dice il contrario.Mettere al mondo delle creature che poi lo dovranno affrontare è faccenda seria, da ponderare con la massina consapevolezza e  ho scritto massima…

20 pensieri su “Un giorno si dividono le strade”

  1. Un discorso difficile e complicato. Se due adulti che hanno deciso di mettere su famiglia, mettere al mondo un figlio e poi decidono che non riescono a stare piu’ insieme, che possibilita’ ci sono, separandosi, che sappiano come comportarsi nei confronti del figlio affinche’ sia traumatizzato il meno possibile?

    Piace a 1 persona

  2. Non sono mai stato sposato (nè mai lo sarò), ma sono convinto che sia impossibile avere una certezza del genere (“prima di mettere al mondo dei figli dobbiamo essere sicuri che ci ameremo finchè morte non ci separi”).
    Purtroppo può accadere che la scintilla svanisca e che intanto si siano immatricolati dei bimbi, i quali ovviamente vanno comunque educati, amati e cresciuti, mica buttati nell’umido…
    Una certezza però ce l’ho: meglio esser figli di genitori separati (con tutti gli annessi e connessi), piuttosto che vivere in un contesto fatto di odio, rancore, freddezza, ripicche, ecc.
    Sembra assurdo ma i bimbi, tutti i bimbi, percepiscono molte più cose di quanto gli adulti immaginano.
    Quando diventiamo “grandi” dimentichiamo sempre questo piccolo particolare..

    Piace a 2 people

  3. Da figlia di divorziati ti dico che idealmente non vortex mai questa x le mie figlie ma purtroppo “ l ‘idealmente” alle volte si scontra con la realta’ che va al di fuori del nostro controllo.ma sono d accordo con te che alle volte c’ e troppa superficialita e poca voglia di lottare x la proprio” famiglia”

    Piace a 1 persona

  4. Facile sentenziare sul come comportarsi, ciò che è oggi domani non potrebbe esserlo ,nel momento in cui uno fa una scelta cerca di farlo per sempre altrimenti non la farebbe giusto? ..Non esiste incoerenza in questo, ma la vita non è una macchina che si programma succede che delle strade diventano strette e che due persone decidano di dividerle , può succedere anche a chi si accompagna senza sposarsi l’amore non è un contratto va solo tenuto vivo. Il divorzio è una cosa i figli sono un’altra cosa loro non si separano .
    Io sono separato ma non con le mie figlie, e vivono con me nella mia casa, il tribunale li ha dati ha me comunque con l’appoggio degli assistenti sociali, non li ho mai messi contro la loro madre, anzi gli ho detto che lei aveva bisogno di loro , sono cresciute con tutte e due anche se le tengo in maggior parte io , forse ho sacrificato un po della mia vita ma negli occhi delle mie bimbe non ho mai visto ne mai vedrò supplica di alcun genere come la foto della bimba qui sopra .. il trauma ovvero il divorzio lo hanno accettato bene i bimbi hanno solo un unico bisogno amore e stabilità nella loro vita… le mie parole sono di babbo affettuoso che forse un po leggero con loro , un mammo che non è possibile farlo ma l’ho fatto … li vedo adesso i frutti di come si comportano ed anche se un po ribelli mi stimano … scusa l’intervento ma mi son quasi sentito in causa .. un abbraccio Viky

    Piace a 1 persona

      1. Si .. io mi metto dalla parte di un genitore e capisco che la visuale è diversa , il mio discorso purtroppo non rende la felicità di una ragazza che vede i genitori dividersi e crolla il loro mondo …. nel mio discorso fatto è che ho cercato di risargire in loro questa ferita dandogli affetto e forse quella stabilità che si sarebbero sentita persa e che è la cosa principale , per questo forse le ho viziate un po e loro in questa cosa con il tempo ci navigano … ma quando sono felici lo sono anche io ….anche se so che il tempo le distaccherà da me … ma non si chiede ad un bimbo di dimenticare , non vuole dimenticare , vuole capire ed oltretutto non sentirsi ne abbandonato ne un pacco postale ….

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...