Annibale alle Traversette

annibale

annibale2

 

Il passaggio di Annibale attraverso le Alpi è stata una delle prime favole che mi raccontò il nonno: sì perché io non ho avuto l’infanzia degli altri bambini, nonno Davide al posto delle favole dei grimm, della tv e dei cartoni mi raccontava la storia.
E quella del coraggioso condottiero africano che osò sfidare roma passando dalla sabbia del deserto al ghiaccio delle alpi era la mia preferita.
Un giorno mi portò in giro sui monti del cuneese, nel parco del Monviso, dove mi indicò un passo lontano che ancora oggi viene detto di Annibale: mi assicurò che da lì era passato il mio eroe nel 218 a.c.con i suoi 37 elefanti e 30 mila uomini per sconfiggere Roma.
E aveva ragione visto che oggi un team di studiosi internazionali, guidato da ricercatoribritannici, conferma la sua storia.
Si tratta del Colle delle Traversette, alto quasi 3mila metri, un valico delle Cozie che unisce la Valle del Guil in Francia alla Valle Po in Italia.

Secondo il Times:
– Gli studiosi sono riusciti in un modo insolito a scoprirlo, trovando le tracce di escrementi lasciati quasi sicuramente dal passaggio di un esercito formato da 30 mila soldati e 10mila cavalli, oltre ai 37 elefanti che terrorizzarono in battaglia l’esercito romano. E’ stato infatti individuato uno strato ad una profondità di 40 cm che sarebbe la prova di una massiccia presenza animale, non spiegabile in condizioni normali. L’analisi del radiocarbonio ha poi confermato che risale all’epoca della spedizione compiuta dal condottiero cartaginese.
Per Chris Allen, il microbiologo della Queen’s University di Belfast che ha guidato le ricerche, sulla base anche di tracce di batteri tipici dell’intestino dei mammiferi trovati nella zona l’ipotesi del passaggio al Colle delle Traversette diventa di gran lunga la più plausibile rispetto alle altre fatte fino ad oggi-

MI dispiace che il mio nonno Davide sia morto 11 anni fa, perché oggi saremmo andati insieme a ripercorrere le Traversette raccontandoci la nostra versione del passaggio di Annibale, versione molto fantasiosa, da favola vera ❤

15 pensieri su “Annibale alle Traversette”

  1. Bonjour ou Bonsoir mon Ami, Amie VIKI
    Une légende dit
    Qu’il existe un paradis
    On y trouve un trésor
    Celui de la vraie amitié
    Ce bien précieux d’amitié est une fleur
    Elle est remplit de bonheur
    Sent-tu ce parfum
    C’est celui de l’amitié qui jamais ne s’éteint
    Donc je me suis dit que cette légende t’était destinée

    Car en toi j’ai trouvé un ami ou une amie vraiment spéciale

    Bonne journée on bonsoir

    gros bisous

    Bernard

    Piace a 1 persona

  2. Abbiamo avuto infanzie simili (nonni bolscevichi e partigiani… giustizieri di reazionari e mi so trattenuto). Da mezzo siculo quale sono ho anche sangue cartaginese (gran Popolo). Marsala fu fondata da loro. Eh eh!!

    Piace a 1 persona

  3. Quasi te lo invidio questo nonno.Io non li ho mai conosciuti i miei nonni. Credo, suppongo, che abbiano fatto parte della spedizione di Asdrubale in Sicilia. Però non ci giurerei… Ma sei sicura che tuo nonno non abbia fatto parte della spedizione di Annibale? I nonni sono gente assai misteriosa, non si riesce mai a capire davvero quale sia la loro età effettiva…
    Bacio più che mai

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...