Un Paese completamente capovolto in cui vince chi odia. Perdonateci figli, se potete

petretto

Francesca Petretto, attrice e scrittrice: suo è questo articolo che condivido in ogni parola

 

L’impressione è quella di stare a testa in giù e vedere il mondo completamente capovolto. Vince chi semina odio; chi diffonde la paura del diverso; chi mente a tutti, ma siccome lo fa da uno stabilimento balneare con un mojito in mano, da una sagra o dal salotto trash di qualche trasmissione tv, diventa “il capitano” a cui affidare le sorti del Paese in rovina.

Vince chi ruba 49 milioni di euro allo Stato, perché è stato bravo a far credere che il problema vero del Paese siano gli immigrati, i mussulmani che vogliono islamizzare l’Italia e i rom che occupano le case popolari (assegnate legalmente). Vince poi chi intrattiene rapporti con le organizzazioni criminali e spaccia la propria ricchezza e il proprio potere per una conquista personale, perché per il popolo italiano è sempre meglio essere furbetti che passare da coglioni.

Proprio per questo vince anche chi trova il modo più fantasioso per non pagare le tasse, perché chi è più bravo a evadere il fisco ha capito come funziona il mondo e non lo ferma più nessuno. Vince chi urla alle piazze la propria omofobia, spacciandola per amore per la famiglia e chi sostiene fermamente la propria cristianità avendo avuto una figlia senza aver mai contratto matrimonio. Vince chi strumentalizza fatti di cronaca a scopo politico o chi crea notizie false corredate da frasi ad effetto per plasmare l’opinione pubblica che puntualmente tifa per loro.

Vince chi insulta l’intelligenza delle persone e chi usa il proprio potere mediatico per promuovere la mediocrità, l’arrivismo e l’incompetenza, perché con sguardo lacrimevole giura di farlo “col cuore”. Vince chi lascia morire in mare uomini, donne e bambini, perché “prima gli italiani”e “aiutiamoli a casa loro”.

Perde tutto un Paese nel quale una donna di 89 anni, sopravvissuta all’Olocausto e alla deportazione ad Auschwitz, viene coperta di insulti razzisti sul web. Ma, quel che è peggio, ignorata dal centrodestra italiano per aver proposto l’istituzione di una Commissione contro l’antisemitismo, il razzismo e l’odio, proprio nell’aula simbolo della salvaguardia dei diritti dei cittadini: il Parlamento. Questa donna oggi è sotto scorta, proprio a causa delle minacce ricevute sul web. Lo ripeto perché sia chiaro: parliamo di una sopravvissuta alla Shoah di 89 anni.

Si può pensarla in tanti modi differenti, si può avere idee contrastanti e anzi, la diversità di pensiero è da considerarsi una ricchezza. Ma quando si perde l’umanità, la considerazione per l’altro e il rispetto per gli esseri umani in quanto tali, non c’è più speranza che tenga. L’unica possibilità è distruggere tutto e ricostruirlo da capo. Perdonateci figli, se potete.
Dal blog di Francesca Petretto

 

54 pensieri su “Un Paese completamente capovolto in cui vince chi odia. Perdonateci figli, se potete”

  1. -Eravamo un Paese che aveva un dignità e non capiamo più quali sono le priorità. Ormai la volgarità è galoppante. Siamo un Paese di tatuati con gli anelli al naso, basta guardarsi intorno. Il vostro amico Salvini è l’esempio più patetico di questa volgarità.In Italia c’è tanta gente in gamba, c’è tanta gente che capisce ma purtroppo questi fascisti di m… qui si sentono troppo! L’ignoranza è la peggiore delle dipendenze italiane in questo momento-
    Oliviero Toscani
    Condivido perché secondo me il fascismo oggi è vivo più che mai, grazie agli italiani c….i che votano i personaggi di cui sopra

    Piace a 2 people

      1. questo non ci incastra nulla con il post, ma mi dai occasione per aggiungere : non è che per contrastare il comunismo cinese , o meglio la tecnologia e l’industria cinese, dobbiamo sparar cazzate applaudite per altro dal polopo italiano come il duo salvimela…no, mi vergognerei di essere italiana se lo facessi. Poi…a ciascuno il suo, ciaooo

        Piace a 1 persona

      2. Molto discutibile. Il socialismo in Cina, in maniere imperfette, è stato solo con Mao. Il periodo post Mao, è una situazione totalmente differente… sia nei pro sia nei contro. Il comunismo con gli ebrei? Si rifugiavano tutti nell’est ma comunque 😄😄
        Quello della Cina odierna è capitalismo di stato, hanno ancora il nome “partito comunista cinese” ma per un fatto di classica celebrazione. Purtroppo di forme applicate di socialiamo, a parte un po’ Cuba purtroppo non ne abbiamo oggi. Perciò il Mondo è sempre meno sfumato e con le destre reazionarie (ridicole) che alzano la testa.

        "Mi piace"

      3. Si anche le etichette sono discutibili. Capitalismo di Stato é una contraddizione, sembra una neolingua. Poi a parole possiamo stare ore a raccontarcela.. Il succo era che anche il “comunismo” nei suoi tentativi di attuazione concreta (non utopico) non é certo il baluardo dei diritti calpestati dal fascismo…. Poi ognuno é libero di pensarla diversamente.

        "Mi piace"

      4. Famiglia di rivoluzionari e partigiani, mi è stata insegnata la Storia come.si deve. I diritti c’erano nei sistemi comunisti, tutto ciò che stava nel collettivo. Sul piano individuale si ma non per dispotismo o altro, per creare alternative. Non si possono mettere sullo stesso piano. Il fascismo è mafia, il comunismo l’ha sempre combattuta. Guarda Cuba, prima di Fidel era il buco del culo del Centro America… mafia ovunque, arriva la Rivoluzione e spazza via tutto quello schifo. Che poi non siano stati perfetti ovvio, certo ma mai da mettere alla pari del fascismo o del nazismo.
        Se i giovani di oggi (e parlo da 27enne) leggessero più Marx, Lenin, Mao e Berlinguer (anche altri) invece di Pansa, Fallaci e cazzari vari… forse avremmo meno razzismo e meno violenza nelle strade non credi? Ti ho fatto un esempio semplice ma ne esistono altri.
        Io non parlo di etichette.
        Il capitalismo di stato è una teoria economica, dove lo stato possiede i mezzi di produzione mentre nel classico capitalismo privato, no.
        Il comunismo reale non è stato perfetto ma ha avuto tante conquiste ed ha lasciato un retaggio interessante.
        Basta documentarsi, al di là dei pensieri personali.

        Piace a 1 persona

      5. Parlando di cose concrete le persone dell’est che hanno vissuto sotto lo pseudo comunismo che conoscevo han vissuto in povertà ed a sentire quella parola gli vengono i capelli dritti… E di fatto i paesi di quell’orientamento han sempre vissuto a livelli di povertà e di difficoltà rispetto ad altri vicini. Sei stato onesto a dirmi la tua provenienza e sei preparato, ma secondo me vivere nelle degenerazioni pratiche del comunismo non é così come amarne l’ideologia con tutti i risultati positivi che può aver avuto. Lo so che la profondità del pensiero é superiore rispetto al l’ideologia destrorsa, un po’ di cose le ho lette ai tempi del liceo. Ciao

        "Mi piace"

      6. Io ho conosciuto persone che pur criticando gli errori, hanno nostalgia di avere: lavoro, servizi pubblici giusti, sanità e cultura. Quei paesi oggi sono in mano alla mafia, quindi non penso si possono paragonare. Mi dispiace ma non attacca. Non ho trovato nessun russo che odia Stalin ma bensì il russo che ti dice “si è stato eccessivo ma.ci hai liberati da mafia e nazismo”
        Nessun capello dritto, semplici analisi.
        So quello che racconto 😁😁

        "Mi piace"

      7. Si ho conosciuto tanti romeni polacchi ucraini e tutti stessa versione.. Unica pecca dei tuoi discorsi é che devi sempre trovare uno stato di cose peggiore, mafia o fascismo, per far apprezzare i risultati del comunismo concreto. Si ognuno resta della propria idea😛

        "Mi piace"

      8. Ho conosciuto e sono stato nei medesimi posti. C’è chi condivide e chi no, tutto qua. Vai sereno che un Lenin lo rivorrebbero tutti, come un Che Guevara o un Ho Chi Minh… potrei anche continuare.
        Io non convinco nessuno, parlo di fatti e cultura.
        Mio nonno rimane un eroe, bolscevico e partigiano. 😁😄

        "Mi piace"

      9. Gli stessi critici liberali hanno ammesso le vittorie di quei sistemi. Lo stesso Mussolini sotto sotto ammirava il Soviet, nonostante le sue avversioni verso quel tipo di società.
        Keynes propose le pianificazioni per provare a risolvere la crisi del 1929. Keynes non era un socialista, benchè fosse un progressista sul piano classico liberale. Tutto ciò che abbiamo in conquiste dal 1800 a fine 1900, sono frutto di quelle lotte. Oggi tanti ci sputano sopra perchè sono conquiste ancora scomode agli occhi dei privilegiati.
        Tutto qua 😃

        "Mi piace"

    1. sì giò io all’inizio non avevo capito che saremmo arrivati a questo …il fascismo è morto, mi dicevo e invece no, anzi è ancora più tragico xché dei nostri giorni. poi guarda, quando ho sentito la melanana dichiararsi , tra il resto, cristiana, sono inorridita. Ovviamente non conosce la diff tra cristianesimo e cattolicesimo, forse voleva dire cattolica, perché, raga, se c’è stato un personaggio che abbracciava il diverso in senso lato, sempre e comunque, è stato gesù. e c redo che su questo non ci piova, ciauuu

      Piace a 3 people

      1. Anche solo il raccontare, anche con la satira, è già un barlume di ragione. Le pagine satiriche ogni 5 minuti ne pubblicano una a tema e fanno bene, anzi di più. Qua ci vorrebbe anche un pizzico di Illuminismo tipo Voltaire, perchè le paure che oggi hanno molte persone, hanno una puzza di medioevo impressionante. Misticismo e sacri timori 😂😂😂😂

        Piace a 1 persona

  2. Vero, siamo un paese in cui chi combatte aggressivamente a colpi di inchieste contro la mafia come Sandro Ruotolo viene minacciato ogni tre per due di non avere più la scorta.. È normale? In cui a prescindere dai partiti di facciata, a governare malamente é forse sempre l’intesa Stato Mafia. Nessuno di focalizza sulle cause per risolverle, invece che sugli effetti. L’antisemitismo, la mafia, la corruzione, la povertà non si combattono con divieti ma con la PRESENZA costante di uno stato sano che affronta i problemi economici e culturali dei suoi cittadini, invece di sfruttare il clamore delle notizie per propaganda politica. Siamo sempre in una situazione di propaganda elettorale e mai di governo responsabile.

    Piace a 1 persona

    1. per esempio un governo sano di una sana democrazia avrebbe già soppresso quel gentile fiore di campo che è forza nuova, una Vergogna per il nostro PAESE xché razzismo e omofobia non sono democrazia ma il suo opposto. quanto allo stato sano… il nostro non lo sarà mai fino a quando un berlusconi – non mi addentro nelle connections stato mafia- sarà ricevuto al Colle.

      Piace a 1 persona

      1. Non penso proprio che il PD sia immune dal voto di scambio.. cmq cn Berlusconi hai ragione, se ne ha la certezza in sentenze. Ma se certi partiti estremi vengono lasciati esistere, secondo me é per monitorare la realtà. Non penserai che mettendo al bando forza nuova gli estremisti scompaiano.. Guarda la Germania, il nazismo é vietato ma i nazisti non sono mica scomparsi.

        Piace a 1 persona

      2. no guarda paragonare il Pd a berlusconi è proprio impossibile: nessuno eguaglia il maestro. e io non sono del PD che oggi considero una frittella floscia. quanto a forza nuova per me monitorare la realtà non c’entra nulla perché non si può offendere impunemente l’onore e il senso civico di uno stato con striscioni nauseanti. Francamente non capisco bene la tua visione della realtà: secondo te questa destraccia esiste perché siamo governati da incapaci? per me no, sono gli italiani che come applaudirono in massa un giorno al Dux ora ne hanno trovato uno magari verde ma che li prende per lo culo nello stesso modo ene sono felici. Sarò manichea, hai ragione, ma faccio precisi distinguo. ciaoo e grazie per i passaggi

        Piace a 1 persona

      3. Ma non eguaglio, intendo dire che se anche Berlusconi va in pensione siamo sempre nella stessa situazione. Si io credo fermamente che l’italiano non sia un popolo razzista ma ogni giorno sempre più alla fame e quello che vedo mi preoccupa. Speriamo prevalga sempre gente che ragiona come noi… Ciao e scusa i 100 commenti😉

        Piace a 1 persona

  3. Infatti é la risposta ad un commento.. A differenza di altri, non sono politicamente schierato da dare da la colpa ad un capro espiatorio, sono libero di pensare che se vince il male é perché quello che si presume essere il bene non fa nulla di concreto. Comunque io non ho questa visione manichea della realtà.. Il post parla della ricchezza di ogni punto di vista oppure quella frase non la consideriamo? Questo é il mio. Ciao

    Piace a 1 persona

    1. Rivoluzione e reazione non sono la stessa cosa.
      Thomas Mann, liberale (aveva un fratello comunista), già si era espresso su chi mette Nazifascismo e Comunismo sullo stesso piano della bilancia. Era un liberale quindi nemmeno di una sinistra moderata ma sapeva che il Comunismo era un’alternativa affascinante, mentre il nazifascismo era la reazione borghese sui popoli. Gobetti in Italia, liberale e antifascista, appoggiava la Sinistra in molti progetti, grande amico di Gramsci. Sono tutti esempi di reale lotta agli strati peggiori della società.

      Piace a 1 persona

  4. RETTIFICO anzi completo, da ANSA di oggi 9-11-19, ancora migliore l’esibizione salviniana :
    “Sì. Quando c’è qualcosa di democratico che riguarda il futuro lo sosteniamo”. Così ha risposto Matteo Salvini a che gli ha chiesto se anche la Lega scenderà in piazza a sostegno della senatrice Liliana Segre nella manifestazione dei sindaci del 10 dicembre a Milano.
    “L’incontro con la Segre l’avrò più avanti. Lo chiedo io. Quando avverrà? Presto”, ha aggiunto. A chi gli ha chiesto quali saranno i temi che affronterà con Segre, Salvini ha risposto: “Io ascolto ascolto, è una donna estremamente intelligente. Sono giovane, ho voglia di capire, di imparare e di ascoltare” 😀 😀 😀
    Ora aspetto che SI GIRAVOLTI GIORGINA …e siamo al completo 😀 😀 😀

    Piace a 1 persona

  5. A parte gli schieramenti,sono i social che ne fanno da padroni sui media italiani sempre più risucchiati nel web e che guardano più l’immagine che la sostanza di un discorso. E’ noto che chi più alza la voce più attira l’attenzione ed i social sono un veicolo immediato nella comunicazione; ricordiamoci che da ragazzi a me perlomeno consigliavano di non stare troppo alla tv che inculcava la pubblicità e per i ragazzi qualcosa si è fatto; ma per il web i social se non hai un minimo di nozioni generali facilmente diventi ostaggio della massa, nel senso che non segui un tuo ideale ma quel format che non è tuo e ti identifichi influenzando anche le scelte di altri che diventano onda. Ecco il potere della parola più che dell’ideale. Vedo anche qua nei commenti un infervorimento, la lotta è lotta il dialogo è dialogo e dovrebbe portare all’ideale. Il pericolo in una nazione è dove finisce il dialogo li cominciano i guai. I social devono sviluppare le idee per risolvere problemi e non incitare le masse come fossero comizi di un tempo.
    Scusa se sono uscito dal tema …
    Ma eccomi rispondo al titolo, l’odio non porta da nessuna parte se fine a se stesso. L’odio è lecito solo se si opprimono le libertà di parola di pensiero o se si inculcano verità di parte. Quindi ragioniamo con la nostra mente che è meglio.
    E non è detto che deve sempre scegliere ciò che vuole il popolo, ma quello che è per il bene del popolo (Pilato fece scegliere al popolo, ma il popolo era accecato e non scelse la cosa giusta. Un governante non deve necessariamente accontentare un popolo per avere voti ma deve fare il bene del popolo stesso per farlo progredire) … Spero ci siano abbastanza anticorpi per fermare gli estremismi.
    Sono stato abbastanza diplomatico nel rispondere? pure troppo vero 😀 😀
    Ciaoo e buona giornata Viky

    "Mi piace"

  6. il buffone del Papeete ma come si permette di paragonarsi alla segre… mai visto crozza così infuriato e anche la Gruber da applauso. questo uomo non è intelligente, un polticante da fiera, bel post strega

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...