La biblioteca su ReineMargot ErosProsa

La biblioteca

[…]Allora sentii che Giovanni era dietro di me, il cacciatore mi aveva trovato. Quando le sue mani si infilarono sotto la gonna ad accarezzarmi lecosce ed il ventre, il mio battito cardiaco aumentò talmente che ebbi quasipaura tu potessi sentirlo; le sue dita ormai mi frugavano sotto lo slip, equando trovarono il tesoro che pulsava come un piccolo cuore non riuscivo piùa parlarti, ti feci un si con la testa, non ricordo a che proposito ,mentre le mie mutandine scivolavano via.
Poi lui , rannicchiatosi dietro l’alta finestra, mentre io mi piegavo inavanti per facilitargli la manovra, mi penetrò con violenza, facendomi quasiurlare; meno male che tu stavi due piani più sotto,non potevi sentire il suo ansimare e i miei gemiti soffocati. Appoggiai la fronte alle mani […]