Nous, les amants d’un jour

Painting by Jack Vettriano

All’ora inquieta del tramonto quando l’opalescenza rosazzurra del cielo
affonda la città nella laguna
noi
l’uno di fronte all’altro abbandonati in questo letto anonimo d’albergo
fieri di una nudità che ci fa inermi e forti insieme
ci sfioriamo con dita lente i capelli e il viso
immobili
come avversari di una partita a scacchi intenti a studiar la prima mossa.
Io con unghie appuntite ti disegno le labbra
lampi di lussuria i pensieri mentre esulta il ventre nel profondo
tu sei l’uomo
che mi accende i sensi come spezia orientale su tenera carne d’agnello
mentre le parole evaporano inutili con l’affrettarsi del respiro.
In ginocchio contemplo il tuo corpo d’albero forte
i muscoli aspri e guizzanti
gli occhi hanno denti per divorarti i seni latte per sfamarti.
Poi scendo su di te, lenta la carezza dei capelli, a fiutare l’odore segreto, penetrante del tuo sesso, l’odore della nascita.
E il mio orecchio sulla pelle elastica del ventre si fa conchiglia nell’ascoltare lo scorrere tumultuoso del sangue che accompagna la mano giocoliera d’amore
a trasformare il tuo piacere in sciami di stelle
candide sulla mia pelle scura.

Venezia, luglio 2020

10 pensieri su “Nous, les amants d’un jour”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...