IL principe rosso

Un sogno antico, i miei campi elisi
così eravamo, diceva mio nonno
e io sognavo il suo principe rosso
la cui Fede sconvolse
i popoli
non è morto, lo ritrovo sempre
tra pattumiere e rifiuti che la società
oggi salvifica
tra i non venduti a sfidare
puttane da strada al miglior offerente
Dobbiamo scegliere la rivoluzione

la nostra
perché i ricchi campano e i poveri
muoiono e non conti palle il servo medicone
dica la verità, la livella di Totò
non esiste
esiste solo un mondo di m…a
Cambiamolo, proviamo, certi privilegi vanno abbattuti
in parlamento
mandiamone a casa un bel numero
Per cominciare