La saracena

Grappoli d’oro
d’una lontana estate
vigne sul mare

in terrazze scoscese
passi e sudori antichi

Terra pietrosa
profumo di resina
brezza di sale

bocche di rocce nere
il respiro del mare

Nuda cammina
tra i cespugli di mirto
la saracena

splende scura la pelle
tra le nebbie del sogno

( TANKA)