Immuni, un delitto politico

This picture taken on May 28, 2020, shows a figurin on a mobile phone diplaying a screenshot of the tracking application StopCovid developed by French government in an attempt to contain the spread of COVID-19 in Paris. (Photo by JOEL SAGET / AFP)

Chi ha remato e rema contro Immuni?
Il boicottaggio è partito “dall’alto” e precisamente dai leaders politici e dai vertici delle regioni governate dal centrodestra. Non è un mistero che siano stati fin da subito i primi irriducibili detrattori dell’app varata dal governo. SALVINI :- non la scarico ,è lesiva della mia privacy- il che, detto da uno che sui social posta anche quante volta va al “camerino” come si dice a Livorno è davvero curioso. Ma la migliore esibizione è quella della carciofolara per eccellenza, la sempre “signora” MELONI:-Immuni è un fallimento completo. Il governo taccia e si vada a nascondere- La spallata via app, insomma, sai che goduria sarebbe per me poter prendere lei a calci in kiul da roma fino all’antartide…e lì nasconderla definitivamente.
QUI sta il nodo della vicenda che ZAMPA, sottosegretaria alla salute,definisce apertamente “un delitto politico”.
ORA STRUMENTALIZZARE LA SALUTE, danneggiando quella di tutti gli italiani pur di dar contro al governo ,SCOMMETTENDO SULL’IGNORANZA DI UN CERTO ELETTORATO e contribuire così al diffondersi del contagio è CRIMINALE.
Italiani svegliatevi che certa spazzatura politica la stiamo pagando davvero cara.