E mi sei carne

Non la rugiada che scivola
tra i miei seni che accarezzi
con ansia furtiva,
non il calore che cola rèsina
dai miei fianchi
esasperati,
non la mia voglia
ora
comanda
ma la tua durezza,
che io con fragili dita
percorro,
e in morbide labbra
accolgo.
E mi sei carne
affaticata di voglia.

13 pensieri su “E mi sei carne”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...